Allenarsi in vacanza: pochi semplici consigli

172
0
CONDIVIDI

Come ogni anno arriva per tutti il periodo estivo e di ferie, dove naturalmente risulta difficile mantenere lo stesso livello di allenamento raggiunto nei mesi precedenti. Spiace pensare di dover gettare all’aria tutto il lavoro svolto con fatica e sudore, quei piccoli traguardi di condizione fisica, per poi trovarsi a settembre nuovamente punto e a capo.

E allora come si può fare per evitare che tutto questo accada? Iniziamo col dire che ci sono due diversi tipi di comportamenti: il primo è quello del runner che dal momento delle vacanze abbandona le scarpette in soffitta per poi riprenderle tutte impolverate qualche mese più tardi. Non è certo sbagliato dare al proprio fisico un po’ di sano e meritato riposo, specie se si è corso tanto e la fatica ha lasciato il segno (con risentimenti muscolari, crampi facili o dolori lombari o alle articolazioni inferiori) ma va detto che il riposo totale penalizza fortemente il metabolismo aerobico, il quale si sviluppa e progredisce molto lentamente con l’allenamento ma si dissolve al contrario molto velocemente se non viene più stimolato.

runner-corsa-running-overpress-exerceo-holiday-vacanza-salute-allenamento-exerceoIl secondo tipo di comportamento è invece quello del runner iperattivo che incrementa il numero di uscite e lo sforzo compiuto proprio durante il periodo estivo. A nostro parere, il periodo dell’anno che va da luglio ad agosto non è certo quello migliore per mettersi a svolgere lavori importanti come ripetute o cambi di ritmo.

Se proprio non si è costretti da qualche appuntamento importante che cade presto nel calendario sarebbe meglio lasciare spazio ad una corsa un po’ più blanda e tranquilla, con uscite che al massimo raggiungono i 10 o 14 Km e della durata massima di un’ora. Meglio non andare oltre perché il caldo è decisamente una “brutta bestia” da combattere. Quasi sempre, specie nelle zone di pianura dove l’afa aumenta sensibilmente la temperatura percepita dal nostro organismo risulta difficile riuscire a correre ed ottenere risultati in termini di prestazioni.

racer-banner-000-overpress-integrazione-bcaa-supplementsMeglio perciò limitarsi a mantenere il motore caldo ma senza forzare, in modo che poi con l’arrivo del fresco in Settembre si possa partire da una buona base aerobica sulla quale costruire la propria condizione per l’autunno, periodo di certo migliore per affrontare gare ed allenamenti faticosi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS