CONDIVIDI

Cosa può non fare l’ottimizzazione? È difficile rispondere a questa domanda guardando il grafico sintetico che AnTuTu, l’azienda dietro all’omonimo benchmark per smartphone, ha fornito in un post sul blog ufficiale.

Nel grafico troviamo le prime dieci posizioni, la top ten, degli smartphone più potenti dello scorso anno, con una sorpresa.

antutu 2015

iPhone 6s è il più potente smartphone del 2015, battendo di misura il secondo classificato Huawei Mate 8 con processore Hi-Silicon Kirin 950 e il terzo classificato Meizu Pro 5, con il processore Samsung Exynos 7420, da qui il punteggio non troppo diverso da Note 5 e Galaxy S6 Edge+, quarto e quinto in classifica, dato il medesimo processore.

Solo gli utenti a cui importa dei dati grezzi di un benchmark saranno interessati a questi risultati. Ci sono differenze quasi filosofiche tra Android e iOS e queste rimangono il discrimine tra i due mondi. Ciò non toglie che Apple ha fatto un lavoro egregio, portando al massimo il nuovo processore A9 dual core. Infatti, il vecchio iPhone 6 si è posizionato quinto nella classifica del 2014, poco al di sotto dei punteggi ottenuti da processore Samsung Exynos 7420. Questo vuol dire ottimizzazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS