Ufficiale: Mihajlović è il nuovo allenatore del Milan. Esonerato Inzaghi

165
0
CONDIVIDI
miha milan

È ufficiale: in casa Milan inizia l’era Mihajlović. Il club rossonero ha esonerato oggi Filippo Inzaghi, annunciando poche ore dopo l’arrivo dell’ex tecnico della Sampdoria. «Sinisa Mihajlovic, che ha firmato un contratto biennale, sarà il nuovo allenatore del Milan della prossima stagione sportiva. La società gli augura buon lavoro e i migliori risultati», si legge in una nota apparsa sul sito.

Mihajlović ha incontrato l’amministratore delegato Adriano Galliani durante la prima visita a Casa Milan. In tarda mattinata si è poi recato a Milanello. Il lavoro all’ex tecnico di Samp e Fiorentina non manca. A meno di un mese dal raduno i nodi da sciogliere sono ancora tanti, soprattutto in attacco. Se escludiamo Pazzini (in scadenza di contratto) e Destro (tornato alla Roma dopo il prestito) rimangono nella rosa nove attaccanti: Cerci, El Shaarawy, Honda, Mastour, Ménez, Suso, Matri, Niang e Petagna. Un numero decisamente elevato considerando che Adriano Galliani sta lavorando per portare a Milanello uno tra Jackson Martínez e Zlatan Ibrahimović (o magari entrambi).


Intanto il mercato rossonero è tra i più attivi in questa fase. La Gazzetta dello Sport scrive di una trattativa ben avviata per riportare in rossonero Boateng. Il ghanese, ormai in rotta con lo Schalke 04 anche per motivi disciplinari, si starebbe liberando a parametro zero dai tedeschi, e sarebbe pronto a riabbracciare il Milan, dal quale era partito destinazione Schalke nell’estate del 2013.  inzaghiLe parole di Inzaghi. Oggi, però, come detto, è stata anche la giornata dell’addio di Filippo Inzaghi. L’ex, ormai tecnico rossonero, si è congedato con parole agrodolci: «Termina così un’esperienza indimenticabile, che mi ha arricchito sia da un punto di vista professionale che personale. Rimane l’amarezza e la delusione di non aver avuto l’opportunità di continuare, dopo un anno di esperienza sarei stato ancora più carico e consapevole…ma questo è il calcio. Ringrazio il Milan per avermi concesso questa grande opportunità -aggiunge Inzaghi su Facebook- ho dato il massimo, insieme a tutto il mio staff, lavorando ogni giorno con voglia, passione e dedizione estrema, ma purtroppo non è bastato e le cose non sono andate come tutti noi speravamo, io in primis.

Termina così un’esperienza indimenticabile, che mi ha arricchito sia da un punto di vista professionale che… Posted by Filippo Inzaghi on Martedì 16 giugno 2015

 

Un abbraccio e un in bocca al lupo di cuore a tutti i giocatori che mi hanno seguito in questi mesi, nonostante le difficoltà hanno sempre dimostrato professionalità e rispetto». «Ringrazio anche tutti i tifosi rossoneri che, fino all’ultimo momento, pur soffrendo, mi sono stati vicini. Un pensiero particolare per i ragazzi della Curva Sud…grazie per il vostro commovente comunicato. Il Milan sarà sempre nel mio cuore…tiferò ed urlerò per lui…sempre e comunque. Vi abbraccio e a presto», conclude l’ex tecnico rossonero. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS