Project Loon: Google lancerà 20 palloni aerostatici in Australia

612
0
CONDIVIDI

Palloni aerostatici per portare Internet in ogni angolo del mondo. Questo è quello che sta provando a realizzare Google attraverso Project Loon. Niente cavi da passare sotto il terreno per far arrivare la rete a chi ne ha bisogno, ma palloni indirizzati nella stratosfera, ad una altitudine di circa 32 km, che genereranno una rete wireless 3G.

Questi palloni sono manovrati regolando la loro quota in base anche al livello del vento. Il segnale che viaggerà all’interno di queste piccole mongolfiere sarà poi trasferito ad una stazione a terra collegata ad un provider di servizi Internet (ISP). Infine il trasferimento della rete Internet agli utenti. Progetto affascinante, non c’è che dire, ma la strada da percorrere per Google è ancora tanta.

La società con base a Mountain View si prepara a lanciare una serie di baloon-test in Australia. Saranno 20 i palloni aerostatici lanciati nello stato di Queensland. Per la prima volta Google si accorda anche con un operatore mobile, il più grande in Australia, ovvero Telstra. Lo avevano annunciato ad inizio anno: “uniremo le forze con le aziende wireless in tutto il mondo per fare del Project Loon una realtà”.

Loon Google

I primi prototipi sono già stati testati da Google negli Stati Uniti e in Nuova Zelanda. Ci sono stati diversi problemi durante queste “prove”. Negli Stati Uniti un palloncino ha distrutto le linee elettriche interrompendo la fornitura alla vicina città di Washington. In Nuova Zelanda, un pallone atterrato in mare è stato erroneamente identificato come un aereo schiantato.

Insomma, gli ingegneri devono fare i conti con le altre infrastrutture costruite dall’uomo e con le leggi della natura. Non sarà facile mantenere in aria questi palloni nelle giornate burrascose. Se ci riusciranno sarà sicuramente un successo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS