Salvini accerchiato dai manifestanti prima dell’entrata in un campo rom

1201
0
CONDIVIDI

Il leader del Carroccio Matteo Salvini ha provato ad entrare all’interno di un campo rom nella giornata di ieri, ma un gruppo di manifestanti dei centri sociali ha cominciato ad inveire contro l’automobile su cui viaggiava. Si è fermato a poche centinaia di metri dal campo rom di via Erbosa a Bologna, nel quale avrebbe voluto entrare, ma 50 manifestanti gli hanno sbarrato la strada assalendo l’automobile e riducendola come vedete nella foto di inizio articolo.

Subito dopo la sua auto si sarebbe fermata nel parcheggio dell’Hippobingo di via dell’Arcoveggio. Con lui vi erano anche il sindaco Alan Fabbri e la consigliera comunale Lucia Borgonzoni. Anche qui è stato raggiunto da un gruppo di sostenitori che hanno iniziato a gridare slogan contro di lui. Una volta risaliti in auto sono stati bloccati di nuovo dai manifestanti. Per riuscire a ripartire l’autista ha dovuto sgommare facendosi strada proprio tra questi manifestanti, che denunciano di essere stati investiti di proposito.

Matteo Salvini, poche ore dopo l’accaduto, ha scritto su Facebook “così i balordi dei centri sociali hanno distrutto la nostra macchina prima ancora che ci avvicinassimo al campo rom. Noi stiamo bene. Bastardi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS