Foley: il governo USA sapeva dov’era ma non è intervenuto subito

378
0
CONDIVIDI

Il governo degli Stati Uniti sapeva dov’era detenuto il giornalista James Foley, rapito e giustiziato dall’Isis. Nonostante fossero a conoscenza di queste informazioni, il governo diede il via libera per la sua liberazione soltanto a luglio. A rivelare ciò è FoxNews, che cita delle proprie fonti ben informate su tale questione.

La fonte ammette di aver ricevuto informazioni utile e specifiche su dove Foley fosse detenuto ma tale rivelazioni sono nettamente in contrasto con quanto detto dall’amministrazione, ovvero che la Casa Bianca autorizzò la missione non appena l’intelligence diede l’ok.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS