IBM : Watson è pronto per i ricercatori

581
0
CONDIVIDI

Watson, il suo supercomputer di IBM, in grado di effettuare l’elaborazione di un grande volume di dati è pronto per essere testato. BigBlue, per accelerare notevolmente il processo di verifica della funzionalità del sistema e quindi concludere il progetto lo renderà disponibile per i ricercatori. Ma quali sono li utilizzi di Watson? Come potrebbe essere utilizzato? IBM dichiara che il suo supercomputer può essere utilizzati dove c’è la necessità di un unità di calcolo evoluta, come per esempio aiutanre il mondo scientifico nell’analizzare montagne di dati fino ad oggi ingestibili.

Una cosa che abbiamo imparato da clienti e dai partner – afferma Steve Gold responsabile marketing di IBM – che Watson sta migliorando e accelerando l’esperienza umana. Watson – continua Gold – diventerà come un servizio on-line a disposizione di tutti i ricercatori. Parlando di storia il 2014 verrà ricordato come l’anno di Watson per IBM. Il colosso americano aveva dato il via al progetto nel mese di gennaio annunciando la Watson Group, una business unit esclusivamente focalizzata sulla ricerca di nuovi impieghi per il supercomputer. IBM ha poi versato 1.000 milioni dollari nella nuova sezione e assunto 2.000 dipendenti dedicati al progetto.

IBM, oltre a rendere disponibile Watson ai ricercatori, lo metterà a disposizione degli studenti universitari in autunno presso la Carnegie Mellon di Stanford, e altre scuole superiori per aiutarle a formare nuovi studenti in cognitive computing, un processo di gestione dei dati elaborato per Watson. Il modello di calcolo su cui ci siamo basati negli ultimi 60 anni – spiega Gold era stato pensato con procedimenti abbastanza complicati e poco immediati, Watson andrà a semplificare e velocizzare questi processi diminuendo costi e tempi di gestione che prima potevano bloccare un progetto.

Con Watson – fa notare il responsabile marketing – si potranno anche sviluppare e testare nuovi potenziali composti molto più rapidamente rispetto a prima. Tutto questo non è solo un ottimo strumento per sviluppare progetti più rapidamente – conclude Gold –  è un cambiamento fondamentale nelle nostre vite.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS