Amichevoli d’agosto, poche gioie per le tedesche

70
0
CONDIVIDI

 

Giornata senza grandi soddisfazioni per le squadre di Bundesliga impegnate ieri nelle varie amichevoli d’agosto; test con avversari importanti più o meno per tutte, e risultati non molto positivi, che evidenziano come manchi ancora la condizione necessaria per essere al top in vista dell’avvio della stagione, che inizierà comunque tra due weekend con il primo impegno di coppa, seguito la settimana successiva dalla prima giornata di campionato.

Pareggio a suon di gol per il Wolfsburg, che viene bloccato sul 3-3 dai gallesi del Cardiff, che quest’anno giocheranno in Championship dopo la retrocessione dalla Premier League; avanti di due reti alla mezzora grazie a Schafer e De Bruyne, bellissimo il gol del belga con una sassata da fuori, i lupi si sono fatti rimontare e superare a cavallo delle due frazioni, riuscendo a trovare il gol del pareggio solo nel finale grazie all’anticipo sotto porta di Olic. Per Hecking, che ha provato senza successo la difesa a tre, le indicazioni sono state molte, ed è arrivata la definitiva conferma che questa squadra, che dovrà già fare a meno a lungo di Perisic, ha fortemente bisogno di un centravanti di livello europeo se vuole ripetere la splendida stagione disputata l’anno scorso.

Vittoria di misura per lo Stoccarda, che ha piegato per 2-1 i turchi dell‘Eskisehirspor, finalisti nella passata edizione della coppa nazionale; senza Gentner, Holzhauser e Ginczek, Armin Veh ha dato spazio a Harnik, al ritorno dall’infortunio alla spalla: l’austriaco lo ha ripagato segnando il gol che ha rotto gli equilibri a metà ripresa; pochi minuti più tardi è arrivato anche il raddoppio ad opera di Didavi, mentre solo nel finale la squadra turca ha segnato il gol che ha chiuso l’incontro. L’ex tecnico dell’Eintracht Francoforte si è detto soddisfatto dell’amichevole disputata dai suoi, confermando come la squadra sia in crescita e sempre più pronta in vista dell’esordio di coppa contro il Bochum.

Impegno “turco” anche per l’Hannover, che non va oltre l‘1-1 contro il Belediyespor, non certo tra le protagoniste principali della Super Lig; nel ritiro austriaco la squadra di Korkut ha mostrato le solite lacune, trovando il vantaggio solo nella ripresa grazie a un colpo di testa di capitan Stindl, abile a sfruttare un calcio piazzato di Pander. A meno di un quarto d’ora dal termine il pareggio dei turchi. Per la squadra della Bassa Sassonia secondo, deludente, pareggio consecutivo dopo quello contro i modesti ungheresi del Csakvari.

Sconfitta ai rigori invece per lo Schalke 04, che nel primo incontro dell’omonima competizione, che apre la stagione alla Veltins Arena, cede dal dischetto agli inglesi del West Ham; nessun gol nei 90 minuti regolamentari, con i tedeschi comunque a tenere il pallino del gioco e a creare le migliori occasioni. Choupo-Moting è stato schierato in avanti vista l’assenza di Huntelaar, e l’ex Mainz si è reso più volte pericoloso, anche se la palla della vittoria è capitata sulla testa del giovane Friedrich, neo campione d’Europa con l’under 19, che ha colpito la traversa. Dagli undici metri gli irons si sono rivelati più freddi, e hanno conquistato la vittoria in virtù degli errori di Santana e Borgmann. Oggi i knappen replicheranno sempre contro una squadra d’oltremanica, il Newcastle.

Brutto capitombolo per il Friburgo, che cede per 3-1 ai francesi del Rennes, finalisti della passata edizione della coppa nazionale; la squadra di Christian Streich ha confermato le difficoltà di questo precampionato, e soprattutto la mancanza di alcuni acquisti, soprattutto nel reparto offensivo. Sotto di tre gol dopo poco più di un quarto d’ora, la squadra della Foresta Nera ha riaperto i giochi a fine frazione con la rete di Klaus, ma nella ripresa non è riuscita a sfruttare le occasioni create e ha chiuso così sconfitta. Il tecnico comunque non si è dichiarato preoccupato, spiegando come gli eccessivi carichi di lavoro hanno influito sulla prestazione, e auspicando che la squadra arrivi al meglio all’esordio in Bundesliga.

Netta affermazione invece per il Mönchengladbach, che ha espugnato per 4-1 il campo degli olandesi del Twente; ad Enschede, senza tifosi al seguito per motivi di ordine pubblico, i fohlen hanno dominato la gara, creando moltissime occasioni: Favre ha schierato dal primo minuto il nuovo portiere Sommer e Xhaka, con Dahoud confermato in regia e Johnson, all’esordio, schierato come esterno alto. Il vantaggio è arrivato grazie a Hrgota, mentre nella ripresa sono andati in rete i tre subentrati Nordtveit, Kruse e Traorè. Nel complesso quindi prestazione molto positiva per il Gladbach, che affronterà ora il Bilbao prima dell’esordio ufficiale in coppa. Con l’arrivo imminente del giovane attaccante Benitez, e quello possibile di un centrocampista, la squadra è ormai pronta per affrontare al meglio una stagione impegnativa.

Infine, pesante sconfitta per l’Eintracht Francoforte, battuto 4-2 a Marassi nella prima edizione del trofeo Boskov: contro la Sampdoria la squadra di Schaaf non ha comunque sfigurato, pagando un primo tempo in cui, dopo il vantaggio di Inui, è crollato sotto gli attacchi dei blucerchiati, andati in rete per ben quattro volte; nella ripresa l’Eintracht ha reagito e creato molto, fermandosi però al primo gol con la maglia rossonera di Piazon. Da segnalare anche l’esordio di Seferovic, arrivato pochi giorni fa dalla Real Sociedad.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS