Immobile: “Felice di essere qui, per me il miglior club al mondo”

40
0
CONDIVIDI

 

Raggiante, felice e pieno di buoni propositi. Ciro Immobile è lo spot perfetto per il Borussia Dortmund, la società che lo ha scelto per il dopo Lewandowski sborsando 20 milioni di euro, terzo acquisto di sempre della società giallonera.

Immobile è reduce già da dieci giorni di allenamento dove è riuscito a segnare anche il primo gol in amichevole con la sua nuova maglia. Gli impegni ufficiali però si avvicinano e l’attaccante azzurro vuole subito lasciare il segno iniziando già dalla Supercoppa di Germania in programma il prossimo 13 agosto contro il Bayern Monaco. Tutti si aspettano il massimo dal nuovo centravanti, che in conferenza stampa nel ritiro svizzero di Bad Ragaz, ha rimarcato con forza la volontà di non essere paragonato a Lewandowski:

“Lewandowski rappresenta il passato mentre io sono il presente. Lui è stato un grande e spero di poter lasciare anche il segno come ha fatto lui. Sono orgoglioso di fare parte del miglior club al mondo ed ogni giorno mi alleno con costanza e impegno. qui si fanno tre allenamenti al giorno proprio perchè gli impegni saranno tanti e dobbiamo farci trovare pronti. Klopp è un grande tecnico e ogni giorno mi aiuta a migliorare anche da punto di vista umano. Andiamo molto d’accordo ed io ogni giorno do il massimo di me per ricambiare la sua accoglienza ed i suoi aiuti”

Immobile, parlando già da veterano, traccia subito gli obiettivi di stagione:

“Dobbiamo passare il girone di Champions League e poi fare il massimo in campionato. Siamo consapevoli delle nostre forze e vogliamo rendere unica e speciale questa stagione”. 

In Italia non hanno puntato su di lui, nonostante la Juventus cerchi ancora una punta. Immobile non ha rimpianti e non vede l’ora di tuffarsi nella sua nuova avventura:

“La Juventus ha fatto le sue scelte e io le rispetto. Sono in un campionato splendido dove gli altri italiani come Donati e Caldirola mi hanno riferito essere un torneo unico.  E’ un calcio più fisico e meno tattico rispetto all’Italia, per questo dovrò ambientarmi. Voglio fare bene qui e restarci a lungo per togliermi tante soddisfazioni”.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS