Google: le cabine diventeranno hotspot

545
0
CONDIVIDI

Se vi dicessero che a New York ci sono più di 7.300 cabine telefoniche inutilizzate ci credereste? Fidatevi ci sono davvero e in una città come la grande mela sono senza dubbio uno spreco di spazio. A questo punto non resta che rimuoverle vista la poca utilità. Secondo una proposta del dipartimento di Information Technology e Telecomunicazioni di New York City, la vita di questi oggetti non è ancora finita. Lanciando una nuova e interessante proposta, il dipartimento  ha convocato più di 50 aziende per trasformare le cabine telefoniche in punti di connessione wi-fi.

Le compagnie telefoniche da questo nuovo progetto si creerebbero una nuova fonte di guadagno dall’utilizzo della rete dati. Tra  i presenti alla convocazione c’era anche Google che non nasconde di avere tra gli obbiettivi più importanti quello di garantire a più utenti possibile la connessione ad internet e visto l’interessante progetto del dipartimento, potrebbe essere per il colosso americano un’importante opportunità. Tra i presenti è importante notare che oltre a BigG c’erano anche Samsung, IBM e Cisco.

Il progetto del dipartimento andrebbe a costruire una rete WiFi sulla città, mettendo a disposizione una connessione unica senza dover obbigare l’utente a collegarsi a quella specifica cabina. New York City potrebbe dare il via ad un modo nuovo di utilizzare questi oggetti ormai in disuso, diffondendolo magari in tutto il mondo. Oggi pochi considerano i telefoni pubblici perchè avendo a disposzione un prodotto altamente tecnologico sono diventate inutili, ma rivitalizzare un prodotto ormai completamente in disusto è una proposta davvero interessante e considerando che a questo progetto parteciperà Google non resta che aspettare per vederlo sulle strade di New York.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS