Apple: collaborazione segreta per realizzare batterie che durano settimane

1053
1
CONDIVIDI

Secondo le ultime affermazioni del Daily Mail, Apple in collaborazione con la compagnia britannica di celle a combustibile, Intelligent Energy, starebbe lavorando alla realizzazione di una batteria capace di durare settimane con una singolo carica. Stando a quanto asserito, le due società avrebbero avviato questo progetto per la produzione di batterie a celle a combustibile, da utilizzare per MacBook, iPhone e iPad.

Con questa nuova tecnologia, Apple sarebbe in grado di offrire ai propri utenti di iPhone un autonomia molto più lunga, così da non costringerli a vivere necessariamente affianco ad una presa. Ma soprattutto la conversione di energia chimica in energia elettrica è estremamente pulita e altamente efficiente dal punto di vista di impatto ambientale. La partnership non è stata ancora confermata ne da Cupertino ne dalla società energetica inglese, ma stando al comunicato del Daily Mail, questo processo di importazione delle celle a combustibile potrebbe richiedere anche alcuni anni.

Intelligent Energy ha acquistato da pochi mesi una serie di brevetti per l’utilizzo delle celle a combustibili. E se la Mela riuscirà ad adottare con successo questa strumentazione su iPhone, sarebbe in grado di segnare un enorme passo avanti per i dispositivi mobili, non solo dal punto di vista commerciale, ma soprattutto di risparmio energetico. A confermare la collaborazione segreta tra queste due compagnie vi è il fatto che Apple ha da poco ceduto il suo ex specialista di prodotti computer, Joe O’Sullivan, al Intelligent Energy come COO. Inoltre la IE ha da poco aperto un ufficio a San Jose, proprio lungo la strada di Apple HQ.

Oltre alle celle combustibili Apple sta, come già affermato, adottando nuovi materiali come il vetro zaffiro antigraffio e il Metallo Liquido. Come abbiamo detto la realizzazione di batterie con questa tecnologia richiederà molto tempo, nonostante i numerosi studi correlati ad essa effettuati negli ultimi anni. La pila a combustibile o cella a combustibile è un dispositivo elettrochimico che permette di ottenere energia elettrica da sostanze chimiche, come idrogeno e ossigeno, senza alcun tipo di processo di combustione termica.

iPhone 6 da 4.7 pollici sarà fornito di una batteria da 1.900 mAh, mentre il fratello da 5.5 pollici ne avrà una da 2.500 mAh. Per la nuova tecnologia si dovrà pazientare, anche se la cella a combustibile viene già utilizzata su alcune auto elettriche.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Marco Barzellotti

    Finalmente batterie più capienti ma, spero di sbagliarmi, chi vorrà una buona autonomia dovrà orientarsi obbligatoriamente sulla versione più grande. Se non sbaglio sembra che la versione da 4.7 sia quella che attragga più il pubblico (e il sottoscritto) ma se Apple non introduce una gestione batteria più che eccellente si dovrà rimandare ancora il traguardo dello smartphone perfetto che quest’anno era veramente alla loro portata (imho). In pratica credo che i due telefoni incarneranno uno le dimensioni perfette e l’altro l’autonomia lasciando all’acquirente un certo amaro in bocca. Spero ovviamente che non sia così.