Google Play Services 5.0: rivoluzione!

1554
3
CONDIVIDI

Nuovi servizi, funzionalità, ed una gestione rinnovata della sicurezza. Google ha annunciato questo e molto altro nella versione 5.0 del Google Play Services. Il Play Services, è quell’app che è installata in default su ogni smartphone Android e che spesso molti non conoscono e non sanno neanche a cosa possa mai servire, basti leggere i commenti nel Play Store sotto la voce Google Play Services, appunto, per constatare come molti utenti non capiscano di cosa si tratti. Il Play Services possiamo definirlo come il nucleo di Android, o almeno il nucleo di quella parte visibile agli utenti finali del robottino verde, esso gestisce davvero moltissimo in ogni smartphone.

Durante il I/O 2014 di Google, la casa di Mountain View ha annunciato, tra le altre cose, che è iniziato il rollout della nuova release del Play Service 5.0 e che in tale versione verranno apportate diverse novità:

  • Compatibilità con i device indossabili (Android Wearables): le applicazioni tra device di tale natura e gli smartphone ed i tablet saranno più semplici e immediate. Inoltre la sincronizzazione e l’archiviazione delle notifiche avverrà automaticamente.
  • Play Games Services: Migliorato il servizio di condivisione di sessioni di gioco e multiplayer. Nuove API consentiranno la sincronizzazione dei dati di gioco insieme ad una immagine ed una descrizione del giocatore e delle sessioni effettuate.
  • APP Indexing API: Migliorata la coesistenza tra Google Search e le applicazioni mobili native per donare agli utenti una più completa e piena esperienza d’uso.
  • Drive: Adesso ordina le Query, crea cartelle non in linea e concede la possibilità di poter selezionare file di qualsiasi estensione.
  • Wallet: Da adesso si possono aggiungere direttamente in Wallet (con la funzione Save to Wallet) qualsiasi tipo di offerta. Inoltre è possibile creare un’offerta Split, cioè che consente di dividere il pagamento tra Wallet Balance e una carta di credito/debito pre-inserita in Google Wallet.
  • Analytics: Migliorato il servizio di statistica per visualizzazioni online. Vengono acquisite maggiori informazioni anche in riguardo i segmenti di Enhanced-commerce, che permette da adesso di misurare l’andamento di visualizzazioni di ogni singolo prodotto.
  • Mobile ADS: Migliorato il sistema di annunci in-App e delle integrazioni per lo store dei giochi.
  • Dinamic Security Provider: Offre un’alternativa alle API di networking sicure della piattaforma Google. Da adesso possono essere aggiornate più frequentemente concedendo agli utenti più sicurezza.

Google ha davvero lavorato sodo in questo ultimo quadrimestre, non c’è che dire dati i grandi aggiornamenti in vista. Di particolare interesse è proprio l’introduzione del Dinamic Security Provider, questa funzione permette a Google di inviare dei fix di sicurezza in tempo reale ad ogni singolo dispositivo senza dover aggiornare l’intero sistema operativo.

Anche Android Wear utilizzerà Play Services 5.0 per consentire una sincronizzazione uniforme e immediata tra i dispositivi e l’orologio della Big G. Per avere maggiori info e dettagli è possibile visitare il blog degli sviluppatori. Altrimenti non resta che attendere questo silenzioso aggiornamento sui vostri dispositivi nei prossimi giorni. Fateci sapere nei commenti cosa è cambiato ai vostri occhi!

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • rendermaxx

    abbiate paura di Google……ci sovrasterà…

    • Andrea Antenucci

      Ahahaha! Come mai dici ciò?

    • Andrea Antenucci

      eheheheh hai paura?