8 strategie non convenzionali per usare LinkedIn

1702
0
CONDIVIDI

LinkedIn sta emergendo sempre più come il social network del lavoro con un tasso di engagement del 70% e una ricerca continua di collaboratori capaci. Chiunque lo utilizzi dovrebbe sempre riuscire ad ottenere il massimo da questa piattaforma e magari riuscire a trovare nuovi collaboratori o nuove occupazioni. In questo caso vi farà piacere sapere che alcuni imprenditori dello YEC – Young Entrepreneur Council hanno condiviso con lo staff di Mashable alcuni consigli per un migliore utilizzo di LinkedIn attraverso otto strategie di ingaggio non convenzionali e meno conosciute. Dategli un’occhiata, qualcuna di questa potrebbe essere il vostro prossimo mantra per trovare lavoro.

linkedin-job-seeker-1

1. Partecipa ai gruppi di nicchia

Ci sono gruppi specifici disponibili per molti micro-nicchie su LinkedIn. Diventarne membri attivi è un ottimo modo per essere visto come un esperto e una risorsa utile. Questo potrebbe farvi accedere a opportunità lavorative tipo lead generation, networking, partnership e molto altro ancora. La chiave è quella di partecipare ai gruppi esponendosi e dando il massimo senza apsettarsi nulla in cambio; non siate mai una persona che che cerca palesemente di vendersi.

Patrick Conley, Automation Heroes

2. Usarlo per l’engagement

LinkedIn è un tesoro di informazioni ed è particolarmente utile nella preparazione di conferenze ed eventi. Avrete a disposizione i contatti diretti con i professionisti, ricercate direttamente su LinkedIn i profili dei vostri collaboratori e stabilite con loro una connessione reciproca: il tasso di risposta è sorprendentemente alto. Così facendo incontrerete i giusti supporter prima che l’evento cominci.

David Adelman, ReelGenie

3. Esporta i tuoi contatti

Un ottimo strumento di marketing è la possibilità di esportare la lista dei propri contatti su LinkedIn. Fatelo spesso così perchè così sceglierete di condividete preziose informazioni con la vostra rete di partner di fiducia. Evidenziate tutti coloro che potrebbero essere per loro una grande risorsa o un potenziale cliente. Generalmente questa tende a diventare una una pratica reciproca e un ottimo modo costruire un network di ferro.

Darrah Brustein, Network Under 40 e Finance Whiz Kids

4. Passa a Premium

Non pensiate che solo perchè un social network e solo perchè gratis LinkedIn sia già perfetto così. Aggiornare alla versione Premium mi darà ingenti benefici, primo fra tutti “InMail” che garantisce un contatto diretto e privato con l’utente. L’azienda può trarne un successo fenomenale utilizzando l’abbonamento Premium per scopi di reclutamento, sviluppo business e partnership. Questo perchè avrete accesso ad una gamma molto più ampia di collegamenti con la possibilità di raggiungere direttamente gli utenti, utile quando il tempo è denaro.

– Luca Skurman, Niche.com

5. Aiuta gli altri

Le connessioni reciproche su LinkedIn è uno strumento segretamente straordinario. Queste mostrano esattamente con chi si è connessi, in che grado di attività e possono diventare un perfetto apripista ai clienti dei nostri sogni. Attenzione però che è facile abusarne e stare costantemente a inviare “introduzioni” via mail. Per evitare di diventare logorroici, quando si è scelto la perfetta presentazione andiamo dai contatti e chiediamo loro se sono interessati all’introduzione. In tal modo si è meno invasivi ma più pervasivi verso il cliente. Ricordate che prima dell’intro dovreste chiedete al cliente se potete aiutarlo in qualche maniera per stabilire un rapporto più profondo con lui.

-Brewster Stanislaw, Inside Social

6. Raggiungi il climax offline

Oggi ormai le nostre caselle di posta elettronica sono invase di SPAM e pubblicità varie. Le email da linkedIn sono invece molto utili per raggiungere nuovi clienti e nuovi collaboratori ma bisogna avere metodo per farsi notare in questa conduzione. La prima cosa da fare prima del marketing online è quello di sviluppare un marketing offline: incontrate direttamente i pionieri del settore e scegliete con cura la vostra rete di “amicizie” su LinkedIn. In questo modo avremo la strada spianata quando ci avviciniamo a qualcuno su su LinkedIn avendo già numerose connessioni attendibili in comune.

– Divya Dhar, Seratis

7.   Scrivi per il tuo pubblico

LinkedIn ha recentemente inaugurato la sua piattaforma di publishing a 25.000 membri. Se siete uno di questi membri, approfittarne e iniziare a scrivere. Chiedete al vostro pubblico un feedback sullo scritto per capire dove potete migliorarvi. Siate coinvolgenti verso i vostri utenti o clienti e puntate molto sull’aggiornamento quotidiano dei vostri scritti per mantenere l’utenza concentrata su di voi e affamata di notizie da revisionare. Un utente che si sente utile è un utente soddisfatto.

– Kelsey Meyer, Influenza & Co.

8 In breve: investiteci più tempo

Se volete che sia LinkedIn a lavorare per voi, dovete prima a lavorare voi a dettare un perfetto profilo, magari seguendo la nostra guida con i consigli degli esperti. Solo 15 minuti al giorno bastano per avere risultati concreti. Usate e sperimentate strumenti per il publishing (Sprout Social) e per il controllo delle visite. Dimostrate sempre tramite gli altri le vostre abilità e la vostra credibilità. Non scordatevi di creare movimento intorno alla vostra pagina rispondendo agli utenti, trovandone di nuovi e curando quelli che già avete.

– Maren Hogan, Red Branch media

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS