Smartglasses: gli SpaceGlasses Meta ci portano nel futuro [VIDEO]

95
0
CONDIVIDI

Continua ad arricchirsi il parco concorrenti dei Google Glass. Tra gli smartglasses attualmente in circolazione o che, secondo le aziende produttrici, arriveranno in un futuro prossimo, una menzione particolare va sicuramente a Meta, dispositivo prodotto da SpaceGlasses. Gli smartglasses in questione consentono agli utenti di manipolare le immagini con le mani, visualizzando le stesse nel proprio campo visivo. Per ora, però, il prodotto è ancora in fase beta: chi ha già avuto la possibilità di provarli ne decanta le lodi, descrivendoli quasi come un prodotto fantascientifico. Per tutti gli altri, invece, l’appuntamento è rimandato al mese di gennaio del 2015, quando dovrebbero cominciare le spedizioni dei dispositivi preordinati alla non proprio modica cifra di 3.650 dollari. 

“Vogliamo farli assomigliare a un paio di Ray Ban”, ha detto Meron Gribetz, CEO e fondatore di Meta, alla rivista Wired. “Meta consente agli utenti di accedere alle apps mentre si guarda dritto davanti a sé, invece che di traverso come con i Google Glass”.

Gli utenti possono registrare video con un LED frontale, lasciando in evidenza a chi gli sta davanti il fatto che si stia registrando. Questo consentirebbe di attenuare in parte i problemi relativi alla privacy emersi con i Google Glass. Gli occhiali hanno uno scanner integrato con display 3d che legge l’ambiente e posiziona gli ologrammi nel luogo appropriato per l’utilizzatore lasciando comunque la possibilità di avere una parte del campo visivo libera.

Meta Smartglasses

Il dispositivo è dotato di Wi-Fi, Bluetooth e connettività USB 3.0. Il computer incorporato monta una CPU Intel i5 con 4GB di RAM, SSD da 128 GB, e la batteria. Ci sono telecamere RGB doppie, accelerometro, giroscopio e bussola integrata. Il device pesa 180 grammi e viene fornito con cavo USB e custodia. La campagna Kickstarter è stata finanziata con successo lo scorso anno, raggiungendo quasi il doppio dell’obiettivo iniziale fissato in 100.000 dollari.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS