Google e Luxottica, qualità italiana e tecnologia americana per i Glass

1075
1
CONDIVIDI

Manca davvero poco all’uscita di uno dei dispositivi più rivoluzionari degli ultimi 10 anni, i Google Glass, i quali hanno e avranno bisogno di qualità nei materiali, oltre che di grande tecnologia. Per questo, e per la rinomata e ampia importanza nel settore dell’ottica, Google ha deciso di stipulare una partnership con l’italiana Luxottica, produttore di Ray-Ban, Persol e Oakley. La missione delle due aziende non sarà solo quella di rendere gli occhiali al passo con le ultime tecnologie, ma anche in linea con quello che richiede la moda del momento, vista la voglia di Google di volerli inserire proprio in questo campo, nelle molteplici sfilate dedicate, rendendo i Glass un oggetto di stile.

Il patto stipulato con la società made in Italy, prima in termini di fatturato nel campo della moda, e Google è stato annunciato direttamente da Luxottica, che attraverso Andrea Guerra, Chief Executive Officer di Luxottica Group ha espresso parole di orgoglio e grande gioia:

“Siamo entusiasti di annunciare la nostra partnership con Google e siamo orgogliosi di essere ancora una volta i pionieri nell’industria eyewear, come testimonia la nostra storia di eccellenza lunga oltre 50 anni”.

La prima collezione frutto di questa collaborazione unirà la tecnologia di ultima generazione al design di avanguardia per offrire l’eccellenza nello stile, qualità e performance. Questi prodotti innovativi saranno il risultato di un nuovo approccio strategico che, unico nel suo genere, riflette l’attenzione per il dettaglio, l’elevatissima qualità e il contenuto tecnologico sviluppati grazie ad una esperienza maturata nel mercato globale. La raffinatezza e l’eleganza di questa nuova generazione di prodotti rappresenteranno un fondamentale passo avanti in una categoria in continua evoluzione.

Siamo sicuri che Luxottica, con la sua grande esperienza potrà rispondere in modo più che positivo alle esigenze di Google, sviluppando device sempre più mirati e concreti, come vuole l’utenza. Siamo, inoltre, fieri che questo possa esser fatto proprio con una società italiana.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Federico Teruzzi

    Ottimo, ogni tanto anche le industrie italiane vengono riportate un auge. Basta però con la moda bisogna anche investire in innovazione ed alta tecnologia!