Testa alla Champions, il Dortmund cade

55
0
CONDIVIDI

Borussia Dortmund – Borussia Moenchengladbach  1 – 2

Borussia Dortmund : Weidenfeller -Piszczek – Papastathopoulos – Hummels – Schmelzer – Sahin – Kehl – Aubameyang – Hofmann – Großkreutz – Lewandowski   All. Klopp

Borussia Moenchengladbach : Ter Stegen – Korb – Stranzl – Dominguez – Daems – Herrmann – Nordtveit – Kramer – Arango – Raffael – Kruse   All. Favre

Arbitro : Deniz Aytekin

Marcatori : 32′ Raffael (BM) – 40′ Kruse (BM) – 77′ Jojic (BD)

L’imminente turno di Champions gioca brutti scherzi e la prima vittima illustre è il Borussia Dortmund di Jurgen Klopp che cade di fronte ai propri tifosi contro un Borussia Moenchengladbach che non raccoglieva i 3 punti da ben 7 turni e che oggi invece si rende protagonista di una gara solida, ben giocata e attenta a sfruttare le amnesie, soprattutto nel primo tempo, di un Borussia fin troppo altalenante in questa stagione.

La partita si sblocca poco dopo la metà della prima frazione, a colpire potrebbe essere Aubameyang ma il suo tiro si stampa sulla traversa, il Moenchengladbach si fa coraggio e capisce che è il momento giusto per sferrare il colpo, Raffael e Kruse sono costanti spine nel fianco per la retroguardia di casa e riescono a timbrare entrambi il cartellino prima della fine del primo tempo, il brasiliano con un tocca morbido in chiusura sul primo palo, poco dopo Kruse si beve Weidenfeller e raddoppia. A sorpresa si torna negli spogliatoi sul parziale di 0 a 2.

Nel secondo tempo ci si aspetta la reazione del Dortmund, che però arriva in parte, i ragazzi di Klopp mantengono un buon giro palla, ma non riescono ad incidere, ci prova Lewandowki ma senza gloria, l’episodio che potrebbe cambiare la gara arriva al 69′ quando Nordtveit riceve il secondo giallo e lascia i suoi in 10, a questo punto tutto è possibile. Favre (che in settmana ha rinnovato con i Fohlen fino al 2017)corre subito ai ripari inserendo Marx per Kruse. Nonostante gli sforzi profusi dagli ospiti arriva però il gol del Borussia con un bel fendente dal limite dell’aria del giovane Jojic sugli sviluppi di un corner, altro cambio tra le fila del Moenchengladbach, entra Rupp per Herrmann, la squadra serra le fila e non lascia spazio agli attacchi del Dortmund, è Schieber, appena entrato a causare problemi a Ter Stegen ma ormai la gara è finita, tornano al successo gli uomini di Favre e vedono l’Europa League molto da vicino, per il Borussia Dortmund invece l’obbligo di un riscatto immediato già da Mercoledì quando al Signal Iduna Park arriverà lo Zenit del neo tecnico Andrè Villas Boas.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS