Google punzecchia Microsoft per la “morte” di Windows XP

1597
1
CONDIVIDI

Google e Microsoft sono, ormai, ufficialmente in guerra, soprattutto dopo la campagna Scroogled, che vede la società con sede a Redmond criticare le mosse strategiche, spesso legate al caso Datagate e spionaggio, effettuate a Mountain View.

Google non ha voluto rimanere in silenzio, ma si è esposta con un messaggio di cordoglio verso la ‘morte’, in arrivo nei prossimi mesi, di Windows XP, simbolo della forza di Microsoft nella sua storia. Possiamo, però, dire che la replica è molto pungente ma allo stesso tempo poco pesante e esatta.

Il messaggio è stato pubblicato sulla pagina Google+ di ‘Google Enterprise’ attraverso un post, ricordando che tra un mese, l’8 aprile prossimo, Microsoft cesserà di supportare Windows XP, ed invitando a verificare se la propria azienda è pronta per i Chromebook. L’inesattezza consiste nel fatto che viene paragonato un Chromebook, quindi hardware, ad un OS, quindi software, anche se è chiaro che il riferimento è sottinteso a Chrome OS, ma non finisce qui lo sbaglio. Infatti, Google non ha calcolato che Windows XP esiste da più di 12 anni, di onorato servizio, ed è ovvio che venga levato dal mercato, facendo spazio a nuovi sistemi operativi.

Dalla sua parte, Google promette un supporto di 5-6 anni per i suoi Chromebookcome riportato dall’azienda stessa. Insomma, forse Google se lo poteva risparmiare, ma la guerra prosegue e qualcuno deve pur combattere per sopravvivere.

Voi che ne pensate?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • philo_89

    Che pur di attaccare la concorrenza la precisione va a farsi friggere…