Il memoriale degli aghi rotti

121
0
CONDIVIDI

In Giappone l’8 febbraio si festeggia Hari Kuyo, una festività dedicata agli aghi rotti o vecchi, per ringraziarli del servizio prestato, e pregare per vedere migliorare le proprie capacità di cucito.

Ma è anche un modo per allontanare le preoccupazioni e i dispiaceri, che secondo la tradizione si trasferirebbero negli aghi durante le lunghe ore di cucito. Gli aghi vengono piantati nel tofu o in cuscini, e spesso vengono arricchiti con cappucci colorati, poi vengono portati al tempio dove vengono poi eseguite una serie di cerimonie per purificarli.

Hari Kuyo è l’ultimo giorno delle feste del capodanno giapponese, e per tradizione non si fanno lavori domestici. Oggi la festa sta perdendo un pò di centralità rispetto a qualche decina d’anni fa: la ragione principale è che sono sempre meno le donne che si dedicano al cucito, e di conseguenza quelle che sono coinvolte in questa tradizione.

fonte | notizie

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS