Barack Obama riforma l’NSA

960
0
CONDIVIDI

Il Presidente Obama ha appena annunciato grandi cambiamenti al programma di sorveglianza del governo americano, promettendo di aggiungere nuove garanzie per tutelare la privacy degli americani e mettere nuove restrizioni sull’uso da parte dell’NSA dei dati raccolti sui cittadini. Abbiamo classificato i grandi cambiamenti, confrontandol con le riforme che sono state raccomandate da un comitato di revisione indipendente l’anno scorso. Tutto sommato, le modifiche proposte riguardano principalmente la raccolta di massa della NSA di tabulati telefonici americani, non il suo spiare le comunicazioni via internet. Anche contabilità per tale limitazione, sembra buono sulla carta – e di gran lunga meglio di molti sostenitori della privacy temevano – ma stiamo ancora aspettando di vedere come saranno emanate.

Riforma della raccolta dei tabulati telefonici

La Casa Bianca ha chiesto di “terminare il programma esistente”, la massiccia fuoriuscita di dati telefonici senza controllo da parte del governo americano. Quello che rimane da vedere: Obama sta chiedendo all’intelligence, tra cui il procuratore generale e l’NSA, di tornare a Marzo con idee alternative. La revisione raccomandava di chiedere alle compagnie telefoniche di tenersi le informazioni o metterle nelle mani di società private esterne, entrambi i quali pongono le proprie preoccupazioni sulla privacy, ma segnerebbe un passo indietro dalla raccolta centralizzata. Obama ha anche fatto modifiche dirette del programma come esiste oggi, però. Da ora in poi, gli analisti possono eseguire query solo i record con l’approvazione del tribunale FISA, e possono cercare solo all’interno di due “luppolo” o gradi dal numero di destinazione, anziché tre.

Stop all’abuso delle lettere della sicurezza nazionale

Le “lettere di sicurezza nazionale”, quegli ordini segreti del governo che costringono Google e Facebook a passare le informazioni degli utenti all’FBI, senza dirlo agli stessi utenti, non appaiono come delle sviste. Il Presidente Obama nel suo discorso ha detto che ha dato mandato al procuratore generale Eric Holder di modificare la segretezza delle lettere cosicchè gli utenti che sono stati “scelti” posano saperlo e le società di tecnologia possano condividere più informazioni cn i cittadini sulle lettere. Ma lo scopo non è ancora stato rivelato. Niente di tutto ciò è una sorpresa, l’FBI ha spinto forte per mantenere la facilità di uso delle NSLS, promettendo che l’abuso dilagante delle lettere nell’ultimo decennio è stato frenato e che le lettere sono uno strumento essenziale per la sicurezza nazionale.

Bloccare il database di email dell’NSA

Il Presidene ha più volte difeso la raccolta da parte dell’NSA delle mail di cittadini ordinari a casa e all’estero dicendo: “gli uomini e le donne dell’intelligence, inclusa l’NSA, seguono costantemente dei protocolli atti a proteggere la privacy della gente comune. Non sono  autorità che abusano ascoltando le vostre telefonate o leggendo le vostre mail“. Obama ha riconsciuto che sono stati fatti degli errori ma ha ammesso che sono stati corretti. Ha poi aggiunto che anche chi lavora all’intelligence ha figli su Facebook e Instagram e quindi non erano inclini dall’abuso della loro autorità. Sembra che per ora il programma rimarrà invariato.

Mostrare i denti alla corte FISA

Molto di questo lavoro dovrà essere svolto dal Congresso, ma il Presidente si è impegnato molto verso le tante cruciali riforme FISA, che includono la nuova posizione dell’Avvocato di Pubblico Interesse, che ora include una inaspettata componente tecnica. Il Presidente ha anche fatto passi verso le annuali revisioni di declassazione, una misura cruciale ma delicata dove i dettagli di implementazioni saranno particolarmente importanti da osservare. Non si sa molto su come i giudici FISA vengano confermati ma la larga spinta per una riforma FISA suggerisce che questi cambiamenti possano passare.

Creazione di un controllo esterno per l’NSA

Questo è un punto serio di disaccordo tra Obama e il comitato di riesame, anche se non è necessariamente un male. Meccanismi di controllo del pannello di revisione sono tutti concentrati nel ramo esecutivo, aggiungendo nuovi uffici scelti dal presidente e con forte supervisione dello staff presidenziale. Direttive di Obama ignorano del tutto che, favorendo la supervisione del potere giudiziario. Per molti versi si tratta di una soluzione migliore, offrendo un controllo più forte a partire da un ramo distinto del governo. E ‘anche una sfida dove la magistratura è meglio attrezzata per gestire in molti modi. Sempre i giudici in questione è improbabile che siano sensibili all’opinione pubblica come ha proposto l’Ufficio Attività Sensibili. Ci sono stati alcuni cenni verso recensione in più dai responsabili delle funzioni, ma tutti coloro che sperano di un forte controllo da parte delle agenzie civili ne escono a mani vuote.

Stop all’indebolimento degli standard di crittografia

Per i geek della crittografia e i difensori delle libertà civili, questo è stato l’evento principale, la prova che il governo degli Stati Uniti sta minando gli strumenti essenziali della privacy online. Purtroppo, Obama non ha ancora toccato questo, forse scommettendo che la maggior parte degli americani si preoccupano di più sui loro cellulari che loro strato HTTPS. Il presidente, inoltre, non ha fatto alcuna mossa per separare la NSA del Cyber ​​Command degli Stati Uniti, o toccato lo stato della NSA come CodeMaker generale del governo. Chiunque in attesa di una radicale affermazione della sacralità della crittografia sarebbe avvisato di non trattenere il respiro.

Smettere con lo spionaggio ai leader stranieri

Questa è stata una delle perdite più dannose, e mentre la maggior parte della marcia indietro è successa sulla scena diplomatica, è stato un esempio chiave della corsa frenetica del potere dell’NSA. Spiare Angela Merkel è stato un esempio chiave in cui il rischio diplomatico ha superato i vantaggi delle informazioni in questione. Nel discorso di oggi, il presidente ha esplicitamente detto di aver incaricato le agenzie di intelligence ad astenersi da sorvegliare capi di Stato amici, e mentre non c’è alcun programma specifico per impedire che accada di nuovo, il presidente ha chiesto al segretario di Stato John Kerry la nomina di un nuovo funzionario, un “Coordinatore per la diplomazia internazionale,” per trattare i reclami e le domande relative a sorveglianza internazionale di leader stranieri e dignitari.

 

In sintesi, le nuove riforme del presidente Obama offrono qualche speranza, ma poco cambia. Se, come ha suggerito il Presidente, il programma più controverso è stata la raccolta di tabulati telefonici, allora la notizia di oggi è rassicurante. La raccolta di tabulati telefonici di massa è sul punto di riforme reali e durature, ben al di là delle riforme illusorie molti che avevano predetto. Ma per coloro che erano più interessati alla lettura e-mail dell’NSA o il monitoraggio della navigazione sul web, il presidente ha offerto sorprendentemente poco.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS