Twitter: cosa ci aspettiamo dal 2014

949
0
CONDIVIDI

Twitter in questi sette anni è cresciuto molto: ad oggi ci sono più di 230 milioni di utenti attivi al mese e a novembre la IPO in borsa è andata benissimo, con una quotazione di 35 miliardi di dollari. Ma Twitter ha ancora da migliorare: già in questi ultimi tempi ha perfezionato la user experience sul mobile, le app del social network hanno visto infatti la loro interfaccia modificata profondamente su tutti i sistemi operativi.

Nel 2014 Twitter dovrà per forza cambiare ulteriormente, ma come?

Una navigazione migliore

Già sul mobile Twitter ha fatto passi da giganti, ma ha ancora da migliorare i profili degli utenti: bisognerà facilitare l’accesso alle informazioni importanti e ai messaggi diretti – un tempo praticamente inutilizzati -, ora considerati come la nuova frontiera del marketing. Attirare nuovi utenti sarà la nuova missione di Twitter, già iniziata con servizi dedicati ai nuovi arrivati come le pagine d’aiuto e gli account ufficiali, @magicrecs e @eventparrot.

Pubblicità e Marketing

Facebook tende a innovare rapidamente il campo della pubblicità, mentre Twitter è ancora piuttosto lento: nel 2014 Twitter lancerà una propria campagna di ads esterni alla app e al social network, grazie all’acquisizione di MoPub, azienda impegnata negli ads mobili, e migliorerà il sistema self-service degli ads stessi.

Televisione

Twitter dovrà essere molto più presente sulla televisione, con anteprime esclusive, aggiornamenti in tempo reale e altro: quest’anno ha già fatto accordi negli U.S.A. con CBS e in Inghilterra con BBC, ma sicuramente nel 2014 dovrà espandersi ulteriormente.

Acquisizioni

Con gli 1,8 miliardi di dollari netti ricavati dalla IPO di novembre Twitter deve per forza investire, e come se non in alcune acquisizioni mirate: è pieno di start-up utili in giro per il mondo, e 1,8 miliardi sono una bella cifra.

Guadagni?

Twitter avrà ricavi per almeno un miliardo di dollari il prossimo anno, ma guadagnerà?

Probabilmente no, visto le future acquisizioni: il 2014 sarà un anno di ricavi alti, ma anche di spese alte. Aspetteremo il 2015 per vedere quanti e quali guadagni Twitter farà.

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS