Sbloccheremo iPhone e iPad con la frequenza cardiaca

1090
0
CONDIVIDI

Il Patent and Trademark Office degli Stati Uniti ha pubblicato oggi una serie di 23 brevetti Apple, alcuni davvero molto interessanti. Di questi, cinque si concentrano su un nuovo cardiofrequenzimetro, che forse potrebbe essere incorporato su un futuro iPhone, o nel nuovo e chiacchierato iWatch. All’inizio di quest’anno il CEO di Apple e altri membri del team sono stati avvistati con il Nike FuelBand al polso. Questo ha subito fatto pensare ad una sorta di fase di studio preliminare che porterà alla realizzazione di un utile SmartWatch “made in Apple”.

Il sensore cardiaco a cui fanno riferimento tali brevetti può essere integrato in qualsiasi dispositivo elettronico. Le informazioni che esso sarà in grado di dare all’utente saranno ampie e esaustive. Per determinare la velocità del battito cardiaco, o altri segnali cardiaci, il dispositivo elettronico può includerà uno o più sensori.

apple brevetto cardiofrequenzimetro

Ma non solo informazioni, la nostra frequenza cardiaca potrebbe essere utilizzata anche per lo sblocco del dispositivo. Sì, avete capito bene. Proprio come il Touch ID, la frequenza cardiaca ci darà libero accesso al nostro iPhone o iPad, almeno stando a questi brevetti. Ovviamente lo sblocco non si riferisce soltanto all’ex slide to unlock, ma anche all’accesso ad applicazioni sensibili, come quelle bancarie o dedicate al salvataggio delle password.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS