5 trucchi utili per usare Google Maps

11349
1
CONDIVIDI

Google Maps da quando da quando è stato riprogettato ha introdotto insieme con un look aggiornato, uno strumento non troppo intuitivo a tutti con diverse novità non proprio palesi a chi non è geek. Tuttavia una volte conosciute vi aiuteranno notevolmente nell’ottimizzare la vostra navigazione, su desktop e cellulare. Per questo, al fine di ottenere il massimo da Google Maps, vi diamo 5 preziosi consigli: semplici e veloci.

1. Crea un percorso multi-tappa

multi-route

Google Maps può essere usato non solo per tracciare l’itinerario tra due località ma anche per delineare un’intero percorso in una volta sola. Adesso quando impostate una destinazione fate clic sul segno “+” sotto il riquadro dell’indicazione per aggiungere una fermata intermedia nel percorso. È possibile aggiungere più punti intermedi e pianificare al meglio il nostro viaggio.

2. Controlla gli eventi in programma

events

Se dovete recarvi in una nuova città o semplicemente esplorare i dintorni di casa nostra con Google Maps possiamo vedere gli eventi programmati nelle vicinanze. Quando si seleziona l’evento sulla mappa comparirà un elenco dei prossimi eventi, senza uscire potrete inoltre acquistare i relativi biglietti o pass in vendita (potrebbe non essere disponibile ovunque in Italia).

3. Il nuovo “pegman” di Street View

Pegman

Per chi non lo conoscesse il “pegman” è quella piccola figura gialla che rappresenta l’utente (e ci permette di muoverci) quando esploriamo strade con la modalità street-view su Google Maps. Questo strumento presentava diversi problemi e Google ha pensato bene di affiancarlo da uno slide-show (in basso a destra) con le foto dei “punti ciechi” o quantomeno più difficili da visualizzare con la street-view tradizionale (magari a causa di un camion che si intrometteva) come uscite di autostrade, piccole traverse, locali ecc… Alcune aree ora includono anche un “tour fotografico”.

4. Salva le mappe e naviga offline

Schermata 2013-12-16 alle 23.42.38

Usare Google Maps offline può essere stressante dato che, soprattutto l’applicazione mobile, consuma un sacco di dati se non si sta attenti rendendo la navigazione fastidiosamente lenta. Per velocizzare il processo è sufficiente far memorizzare a Google la nostra mappa prima del viaggio, semplicemente visualizzandola prima e poi salvandola cliccando sulla stellina (è necessario un account Google se decidessimo di sincronizzarla dal desktop). Così facendo Google avrà tutte le informazioni necessarie nella cache e voi le potrete ritrovare semplicemente cercando sulla barra di ricerca che vi mostrerà i risultati recenti (ricordate che non potrete impostare nuove destinazioni offline). Questo velocizzerà la vostra navigazione e risparmierete batteria preziosa.

5. Esplora i dintorni, segui Google!

asterisk

I buoni consigli si accettano sempre, figuriamoci da un’esperto viaggiatore come Google. Nella sua ultima versione di Maps, sotto la cronologia delle nostre mete recenti, Google ha inserito una rinnovata e molto più funzionale riquadro dei luoghi (ristoranti, pub, cinema, farmacie, parcheggi ecc..) e attrazioni vicino a voi. C’è però un modo per facilitare queste raccomandazioni: basterà digitare un’asterisco nella barra di ricerca e i luoghi consigliati compariranno nei risultati.

Se avete qualche suggerimento da condividere per l’utilizzo di Google Maps o volete qualche chiarimento non esitate, scriveteci nei commenti qui sotto.

Bon voyage…

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • b4rtman

    io sto cercando qualche app/programma/web application per prendere appunti su google maps. Qualche aiuto? Ad esempio memorizzare un percorso, poi aggiungere una nota su un punto, o una foto di un posto …