Monitor Philips UltraWide 29″: la recensione

1180
0
CONDIVIDI

Dopo la recensione del monitor AOC 29″, eccoci con la recensione di un altro display. Si tratta dell’LCD UltraWide da 29 pollici di Philips. Anche in questo caso ho avuto la possibilità di avere in prova il monitor per un periodo abbastanza vasto da permettermi di sfruttarlo per bene, utilizzandolo sia come monitor per il notebook, che come display per PlayStation 3. Insomma, ho affrontato con lui diverse session di gioco e di lavoro abbastanza intense, e non mi ha deluso.

Partiamo dal design, che presenta forme molto eleganti, con le quali Philips è riuscita ad unire linee morbide e rigide, che prendono corpo con l’aggiunta di dettagli in alluminio.

foto 2

Il monitor ha un tempo di risposta di 5 ms, e restando in tema immagine, una risoluzione di  2560 x 1080, presenta un’entrata per le cuffie in basso sulla sinistra, ed un ingresso audio PC nel retro. L’immagine è nitida e di alta qualità, veramente apprezzabile, sopratutto avendo a che fare con videogiochi anche abbastanza “corposi”.

Per quanto riguarda la connettività, il monitor presenta 4 USB 3.0, DisplayPort, Cavo DVI a doppia uscita (digitale, HDCP), e HDMI x 2.

foto 3

Il monitor non è eccessivamente ingombrante, anche se certo, è un po’ importante il suo peso. Punto forte è sicuramente la possibilità di far scorrere in altezza il pannello, e di usufruire di un grande angolo visuale.

Il prezzo del Monitor Philips UltraWide 29″? 457 euro su amazon.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS