Schalke, dentro o fuori. Boateng: “Qui troppa pressione”

92
0
CONDIVIDI

Anche per lo Schalke è una notte da dentro o fuori. La Royal Blue si gioca contro il Basilea gli ottavi di finale di Champions League, un obiettivo a cui la società tiene tantissimo anche sotto il profilo economico. Se infatti i biancoblù vincessero contro gli svizzeri, la società incasserebbe altri 4,5 milioni di euro per la qualificazione. Oltre ai soldi c’è però una stagione da riportare sui binari giusti. Il quintio posto in campionato e -7 dal quarto posto e la traballante panchina di Keller, non fanno lavorare bene il gruppo.

In conferenza stampa Kevin Prince Boateng ha promesso la qualificazione, sottolineando ancora una volta quanto sia difficile lavorare a Gelsenkirchen sotto una continua pressione mediatica:

“Da quando sono arrivato qui, non c’è mai stato un giorno dove abbiamo lavorato senza pressione. Anche quando vincevamo, c’è sempre stato qualcosa di sbagliato da sottolineare. Noi lavoriamo lo stesso con il massimo impegno ma certo non è facile.  Contro il Basilea però è vietato sbagliare. Noi vogliamo vincere, poi magari cercheremo anche di giocare meglio. Adesso però è troppo importante passare il turno e tornare a vincere per riportare morale nel gruppo. Siamo sicuri che l’allenatore saprà mettere in campo la squadra e la motivazione giusta per vincere”.

la dichiarazione di affetto dei suoi giocatori non mette però a riparo Keller dal rischio esonero. la società infatti sta valutando l’idea di sostituire il tecnico anche in caso di qualificazione ma solo durante la pausa invernale, per dare modo al nuovo allenatore di lavorare con la squadra. Keller comunque non ci pensa e crede nel successo contro il Basilea:

“Loro sono un’ottima squadra in tutti reparti specie sulla fasce dove dovremo mettere la massima attenzione. Ho visto il gruppo molo carico, sono sicuro che faremo bene”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS