Come usare Siri, l’assistente vocale di Apple

1620
0
CONDIVIDI

Il touch? Ormai ha quasi un retrogusto “old”. La voce è il futuro. E chi, meglio di Siri, rappresenta questa visione? Ma di cosa parliamo? Siri è l’assistente vocale personale di Apple, e il suo compito è ricevere i nostri comandi vocali ed eseguirli con un tocco di comicità. Le funzionalità di Siri sono molteplici: può scrivere un messaggio sotto dettatura, inserire un appuntamento in calendario, dirci il risultato della nostra squadra del cuore, controllare la distanza del ristorante più vicino. 

Siri è integrato perfettamente nella piattaforma iOS ed è in grado di sfruttare applicazioni di sistema che vanno da iMessage alle Mappe. La differenza con il suo grande rivale, Google Now, sta nella tecnologia utilizzata. Siri utilizza Wolfram Alpha, una tecnologia che diversamente da quella di Big G, non basa il suo funzionamento sui dati relativi all’utilizzo del device da parte del singolo utente, ma semplicemente attende istruzioni ed esegue.

Impostazione

Ma concretamente, come si fa a far funzionare Siri? Possiamo abilitare Siri durante la configurazione iniziale del nostro iDevice, che sia esso iPod Touch, iPad, o iPhone. Se non abilitato in quel momento, è sufficiente seguire il seguente percorso: Impostazioni -> Generali -> Siri, e spuntare sull’attivazione. Sempre in questa schermata si trovano impostazioni di personalizzazione come la lingua o il genere (maschile o femminile) della voce. Ricordate che per funzionare, Siri necessita di connessione cellulare o Wi-fi.

Per attivare Siri è sufficiente premere il tasto Home sinché il microfono non spunta sul display. Con l’impostazione Alza per parlare attiva, sarà invece sufficiente avvicinare il dispositivo all’orecchio in un qualsiasi momento in cui il display sia attivo, per far partire il sistema di comandi vocali.

Configurazione/utilizzo

Siri può ricordare le relazioni tra i diversi contatti. Potrò dire “Chiama Mamma” o “Invia un messaggio a mio fratello” ed essere capito, ma non senza previa configurazione. Tale configurazione si può effettuare direttamente dalla Rubrica, nella sezione Modifica del contatto scelto, o comunicando la relazione direttamente a Siri (es. “Antonio è mio fratello”).

Altra importante funzione di Siri è quella di modifica e composizione di testi. Qualora Siri non ricevesse l’input corretto, sarà possibile ripetere il comando, o modificare manualmente le parole errate, che verranno sottolineate in rosso se si sospetta la presenza di errori.

Il futuro

Siri è migliorato progressivamente dalla sua prima versione, e non sembra avere intenzione di fermarsi, aggiungendo nuove importanti funzioni con ogni nuova versione di iOS. Con iOS 6 è arrivata la capacità di aprire app o consultare statistiche sportive; con iOS 7 è possibile modificare la pronuncia dei nomi, utilizzare Twitter per visualizzare i trending topics o cercare un particolare tweet, avere lettura delle e-mail.

Ovviamente non intendo dire che Siri sia perfetto, anzi. Ma per molti, e nonostante i ridimensionamenti dei finanziamenti destinati, Siri sta diventando parte integrante dell’esperienza con il proprio iDevice. In futuro, dunque, Siri potrebbe diventare un elemento fondamentale all’interno dell’utilizzo dei dispositivi.

E voi, cosa ne pensate di Siri? Che utilizzo ne fate?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS