TouchID: un gruppo di hacker è riuscito ad ingannarlo

759
0
CONDIVIDI

Ecco una notizia che potrebbe non piacere a chi ha già messo in programma di acquistare un iPhone 5s: il TouchID, il sensore di impronte digitali montato sul nuovo smartphone di Apple, non è così sicuro come sembra. Un team di hacker, il Chaos Computer Club, è infatti riuscito sbloccare un’iPhone 5s, su cui era impostato l’accesso con il TouchID, tramite un metodo abbastanza semplice (o almeno così dicono).

Contrariamente a quanto sostengono gli hacker, ingannare il TouchID è molto più complicato: il malintenzionato avrà bisogno di una foto delle vostre impronte digitali scattata a 2400 dpi e diversi tipi di stampa, per ottenere la copia dell’impronta digitale con cui sbloccherà il dispositivo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS