Le 8 cose da cambiare assolutamente su Twitter

1524
0
CONDIVIDI

Twitter è il secondo sito di social più popolare al mondo ma sicuramente non è perfetto in molti suoi aspetti. Ciò significa che a lungo andare la società californiana potrebbe rischiare di perdere il proprio trono per non aver prestato attenzione ad alcuni difetti presenti sulla piattaforma social. Il team di Mashable, famoso sito che tutti avrete sentito nominare, ha stilato una lista delle 8 cose che dovrebbero assolutamente cambiare o migliorare su Twitter, garantendogli (idealmente) una posizione stabile fra i social network. Vediamola in concreto.

Tweet_arrabbiati

1.  Sbarazzarsi delle linee di conversazione

Queste linee di conversazione hanno da subito -dall’aggiornamento di agosto- riscontrato una reazione veramente negativa da parte degli utenti e della stampa. Parliamo di quelle liniette blu che collegano uno o più utenti che stanno conversando e Twitter le ha probabilmente aggiunte con l’intento di migliorare l’orientamento dei nuovi arrivati, ma non è stato così: molti le vedono come un cambiamento fondamentale (inaccettabile) nelle finalità del network. Meglio sarebbe, dunque, chiudere con questo esperimento e tornare al più discreto pulsante “vedi conversazioni”.

2.  Poter programmare un tweet

Mentre gli utenti possono programmare i tweet attraverso altri servizi come Tweetdeck e Hootsuite , non c’è motivo affinché Twitter non integri questo servizio nella propria piattaforma, soddisfacendo tanti utenti iscritti che non si trovano più costretti ad usare servizi di terze parti per programmare un tweet: una formula all-in-one.

3.  Mostrare di nuovo le piattaforme di origine

Magari l’avrete notato, magari no, ma Twitter non visualizza più le piattaforme da cui gli utenti pubblicano i loro tweets (desktop, iOS, Android, Windows Phone ecc). Questa è, invece, una funzione da ripristinare perché utile come strumento per la scoperta delle preferenze tecnologiche e sociali degli utenti che usano Twitter.

4.  Accesso alle bozze anche da desktop

Le nostre bozze su Twitter, il posto dove conserviamo i tweet per perfezionarli o pubblicarli in un secondo momento. Una possibilità che, però, non disponibile da desktop ma sono tramite l’app mobile di Twitter. Sarebbe opportuno che in futuro, per una perfetta sincronia, Twitter abilitasse l’accesso dalle bozze anche tramite la versione desktop del social.

5.  Tornare “Instagram-friendly”

Ricordate quando le foto di Instagram venivano visualizzate automaticamente quando estendevate un tweet? Ecco a molti questa comodità manca. Twitter rimane così l’unico sito dove la visualizzazione automatica delle foto è stato disabilitato; è necessario quindi un forte restylng per re-inserire questa funzione al più presto, in modo da rendere più dinamico il nostro flusso di notizie.

6.  Ricerca per località

La funzione di ricerca di Twitter ha migliorato in modo esponenziale da quando la società ha acquisito Summize nel 2008, tuttavia il processo d’innovazione non può dirsi concluso senza considerare un ulteriore percorso. Quale? Semplice! Consentire agli utenti di eseguire ricerche basate sulla localizzazione. Così facendo si semplifica e si rende più esaustiva la ricerca di informazioni locali, senza incappare in lunghe e noiose hashtag di eventi presi a caso.

7.  Cronologia prima di tutto

I risultati di ricerca Twitter -i tweet per intendersi- vengono filtrati e raggruppati nei cosiddetti “top posts”, il che fa apparire nella vostra timeline, per primi, i tweet più visti. Certo fa sempre comodo avere un’opzione che ci riassume ciò che accade di importante, ma l’enorme vantaggio (non sfruttato) di Twitter è di vedere le informazioni in ordine cronologico e in tempo reale. C’é quindi bisogno di cambiare l’opzione del filtro di default delle notizie da “top” a “all”, cioè far passare prima tutte le notizie e poi quelle più trend.

8.  Aggiornare i “Trends”

La funzione ” Trends ” di Twitter ha il vantaggio di mostrarvi tonnellate d’informazioni di eventi importanti provenienti da diversi luoghi, ma non è affatto semplice come sembra. L’unico modo per visualizzare argomenti di tendenza suddivisi per luogo è quello di selezionarli manualmente e singolarmente, ogni volta, da una schermata pop-up. Naturale quindi che la cosa resti scomoda ai molti utenti che vorrebbero, invece, maggior automatizzazione nei “trending topics”. Sarebbe quindi utile inserire nelle impostazioni di Twitter un’opzione che consenta di selezionare più posizioni in una volta, eliminando quel noioso effetto ping-pong nella ricerca dei “Trends”.

E voi che cosa cambiereste nel vostro Twitter ideale? Dite la vostra nei commenti qui sotto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS