Apple indaga sulle condizioni di lavoro di Pegatron

845
0
CONDIVIDI

Apple, ancora una volta, riceve critiche per le condizioni di lavoro nelle fabbriche di oltre oceano, costringendo la società a tenere due occhi su coloro che gli iPhone li creano nel vero senso della parola. Ad avviare la nuova critica è il China Labor Watch (CLW) che accusa Pegatron – fornitore taiwanese  – che commetterebbe irregolarità in alcuni stabilimenti.

Gli operatori di fabbrica avrebbero infatti violato molti diritti dei dipendenti che riguarderebbero anche la ritenuta della paga. In totale, a detta di CLW, le infrazioni sarebbero almeno 86.

“Le nostre indagini hanno dimostrato che le condizioni di lavoro nelle fabbriche di Pegatron sono anche peggiore di quelle di Foxconn” ha detto il direttore esecutivo di CLW, Li Qiang, in una dichiarazione.

Apple ha risposto dicendo di aver continuato a difendere le sue politiche di sorveglianza e di aver eseguito 15 verifiche complete nelle fabbriche prima citate dal 2007. Però ha anche detto che, vista la segnalazione, inizierà ad indagare più a fondo.

fonte | TheVerge

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS