Microsoft adotta WebGL per Internet Explorer 11

1308
0
CONDIVIDI

Microsoft ha finalmente mosso un passo decisivo verso la tanto agognata adozione della tecnologia WebGL nel proprio browser, questa tecnologia servirà ad attivare l’accelerazione hardware per il rendering di elementi grafici 3D senza dover installare alcun plugin.Il capo in comando di Internet Explorer, Dean Hachamovitch, gioca al rialzo ed è assolutamente convito di questo e degli altri punti di forza in Internet Explorer 11. Seguiamo quindi l’intervista realizzata da Techradar proprio a Dean Hachamovitch, in cui spiega i nuovi standard web di IE 11 e l’aggiornamento al WebGL.

internet_explorer_11_tabs

Multitasking in IE 11

“Ci sono tutti questi siti che non lavorano abbastanza con touch. Funzionano benissimo con il mouse, ma non funzionano molto bene con il touch. E ‘davvero difficile  usare siti e applicazioni insieme a queste altre cose; infatti è davvero complicato solo vedere due pagine web allo stesso tempo, il che è deludente. Le Tabs sono limitate, non solo in quantità ma anche in ciò che si può fare con loro e sopratutto come si può interagire con loro” Insomma se si vuole fare di più che guardare un sito alla volta – spiega Hachamovitch- allora l’accoppiata IE 11 e Windows 8.1 battere la concorrenza. IE 11 fa più di una cosa alla volta usando pagine affiancate e adesso siti e applicazioni lavorano molto meglio assieme: si può andare avanti e indietro e si possono avere 100 tabs senza gravare troppo sulla batteria o sulle prestazioni. E se si desidera usare solo il tablet? “IE 11 è assolutamente perfetto per il tocco perché utilizza una reattività stick-to-your-finger, per fare con un touch tutto ciò che si vuole fare con il touch”.

Perché siamo passati a WebGL

Con le versioni di Windows aggiornate sempre più spesso allora anche le versioni di IE devono andare di pari passo, il che dovrebbe significare più veloce supporto agli standard. Il team di IE è sempre stato pignolo sugli standard ma per lungo tempo ha respinto WebGL, utilizzando invece la GPU solo per l’accelerazione hardware. L’accelerazione hardware è ancora meglio in IE 11, afferma Hachamovitch. Ora però IE 11 aggiunge anche il supporto per WebGL, e lo stesso Hachamovitch ammette che sia stato un percorso lungo e difficoltoso: per farvela breve in principio il problema era la sicurezza e vulnerabilità dei PC e Browser, dato che quando navigavate su di un sito dannoso questo poteva leggere tutto sul vostro schermo senza incontrare contromisure. Adesso cambia tutto, la specifica WebGL include ora la tecnologia denominata CORS che previene efficacemente immagine rubare attacchi“, così dichiara entusiasta Hachamovitch. C’è anche altro che IE ha fatto su Windows grazie a questa sceltra, ebbene dovete sapere che l’esecuzione di WebGL, sopra la più recente tecnologia DirectX, fornisce una protezione aggiuntiva da qualsiasi overload della GPU che porterebbe a spiacevoli conseguenze; grazie ad un meccanismo di rilevazione e ripristino basato su time-out resetta solo la GPU in caso di sovraccarico.

EME è ancora qua

Uno standard di supporto IE 11 non è stato effettivamente approvato dal World Wide Web Consortium (W3C) e rimane quindi un EME – Estensione Multimediale crittografata, che è una proposta per i browser (molto polemizzata) utile a sostenere alcune forme di DRM. Al Build 2013 Microsoft ha mostrato Netflix, uno streaming di contenuti di lavoro in IE 11 che non necessita di un plug-in, visto che utilizza EME. Hachamovitch ritiene che le tecnologie nello standard non cambieranno, quindi è prudente implementare. “Sembra di essere su una buona traiettoria -dice- ma alcune delle discussioni non sono su come EME funziona realmente, ma più sulla sua filosofia d’utilizzo.

Hachamovitch ha terminato spiegando che Internet Explorer 11 godrà del supporto e sarà disponibile per Windows 7, dimenticandosi però di accennare ad una data di rilascio. Noi comunque seguiremo la fonte e vi terremo aggiornati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS