Kingston DataTraveler HyperX Predator 512GB: la recensione

2270
0
CONDIVIDI

Kingston DataTraveler HyperX Predator 512GB è uno USB Drive dalla capacità e dalle prestazioni incredibili. Lungi dal poter essere chiamato “pennina USB“, rappresenta forse il primo caso di disco esterno miniaturizzato.

Dotato di memoria FLASH e di connettività USB 3.0, può esser quindi indicato come il più piccolo disco SSD esterno attualmente in circolazione.

Kingston DataTraveler HyperX Predator 512Gb recensione TechGenius_10

La confezione, che rispecchia l’importanza del prodotto, è realizzata in metallo ed espone in bella vista capacità (nel nostro caso 512GB, ma è presente anche in versione da 1TB) e velocità in lettura e scrittura (rispettivamente 240MB/s e 160MB/s).

Kingston DataTraveler HyperX Predator 512Gb recensione TechGenius_1

All’interno del cofanetto sono presenti la Kingston DataTraveler HyperX Predator da 512GB, un portachiavi Kingston e una piccola prolunga USB. Ciascun elemento è riposto all’interno del suo specifico alloggiamento e disposto in maniera sapiente.

Kingston DataTraveler HyperX Predator 512Gb recensione TechGenius_3

Kingston DataTraveler HyperX Predator 512GB si presenta come un piccolo parallelepipedo rettangolare, coi bordi smussati e composta di due elementi. In prossimità delle facce minori presenta il connettore USB 3.0 e un piccolo occhiello per la sua inserzione all’interno di un portachiavi.

Kingston DataTraveler HyperX Predator 512Gb recensione TechGenius_7

È realizzata in materiali metallici e plastici ed appare solida e resistente alla vista. Lo stesso peso rafforza l’immagine di robustezza del prodotto.

Avvicinando i due elementi che la compongono e ne caratterizzano il design, sarà possibile esporre il connettore USB 3.0 per poterla connettere alla porta presente sul nostro PC o Mac.

picco lettura e 190 lettura 6

Da ripetuti test eseguiti con l’utility QuickBench 4.0 su di un MacBook Pro Retina Display 15″ con SSD 256GB e 16GB di RAM, USB 3.0 e sistema operativo OS X 10.8 Mountain Lion è emerso che il dispositivo raggiunge picchi di velocità in lettura addirittura superiori ai 240MB/s dichiarati e in determinate circostanze in scrittura sfiora addirittura i 200MB/s.

picchi lettura e scrittura 1

Da quanto è possibile vedere anche dagli screenshot presenti qui sotto, è possibile capire che il suo pieno potenziale emerge nella gestione di file voluminosi, nonostante sia garantita un’ottima reattività anche per i file piccoli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS