Digg Reader: rilasciata la versione beta [app ufficiale iOS disponibile]

716
0
CONDIVIDI

Esattamente a una settimana dalla chiusura del servizio Google Reader, Digg ha annunciato l’arrivo della versione beta del suo Digg Reader, attesissimo lettore RSS in lizza come valida alternativa al Reader di Google. Per celebrare questa importante occasione il team di techcrunch ha intervistato il general manager Jake Levine e il presidente Andrew McLaughlin, con cui hanno discusso i dettagli del prodotto e del loro piano.

Jake_Levine_e_ Andrew_McLaughlin_interview
“Digg ha per adesso due prodotti principali, che raggiungono consumatori completamente diversi: Digg.com è un’esperienza passiva che offre più di 80 storie al giorno ai nostri lettori. Con Digg Reader, l’azienda sta cercando di raggiungere quelle utenze a cui non dispiace fare un piccolo sforzo per costruire i loro feed” -spiega McLaughlin-. Ma Digg e Digg Reader sono solo pezzi di un puzzle più grandee alla fine, i dati provenienti da Digg Reader consentiranno di creare un’esperienza di consumo del tutto personalizzabile dal lettore, senza che questo alzi un dito. Prima di tutto però la squadra è concentrata sul perfezionamento dell’esperienza del Reader, che ha come caposaldo la velocità.

Secondo Levine, “velocità e affidabilità sono le cose invisibili che non si vedono” ma sono state le più grandi sfide nello sviluppo del prodotto. Dopotutto Google ha avuto un enorme e potente infrastruttura per alimentare il suo Reader, quindi Digg  vuole solo che gli utenti in passaggio possano avere quantomeno un’esperienza al pari in fatto di rapidità. Insomma si capisce che il loro obiettivo non è eguagliare il Reader di Google ma essere migliori. Infatti il team Digg è molto interessato ad emulare la possibilità, come in Flipboard, di accedere alla proprie sottoscrizioni (come con il NYT e WSJ) e vedere per intero il contenuto scelto.

digg_reader_beta

Tuttavia al Digg Reader manca una cosa che Google Reader ha, cioè la ricerca. Secondo McLaughlin e Levine, è ancora indeciso se questa funzione farà parte del prodotto in versione premium o gratuita.

Per fortuna però ha alle spalle il potere dei Betaworks, il che comprende una serie di risorse da altre società di contenuti mirati come bit.ly, Instapaper e Tapestry. Tuttavia, nell’integrazione con questi e altri servizi, Digg Reader prevede di rimanere neutrale, o almeno così hadichiarato il presidente McLaughlin-.

Digg_reader_beta
Digg Reader beta sarà rilasciato però con cautela e in tempi non brevissimi,  proprio per assicurare la più grande esperienza utente. Il team intanto sta lanciando un‘app iOS in contemporanea con il lancio per desktop del Reader e un’app Android, che sarà disponibile nelle prossime tre/quattro settimane. È comunque già possibile iscriversi alla beta cliccando qui.

Aggiornamento: è ora disponibile su App Store l’app ufficiale Digg Reader. Scaricatela cliccando qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS