iOS 7: prime impressioni di un utente Apple di vecchia data [Video]

3623
0
CONDIVIDI

Come sicuramente saprete, Apple avantieri nella nottata (per noi italiani) ha rilasciato agli sviluppatori, la nuova major release di iOS, il suo sistema operativo per dispositivi mobili, che è giunto così alla sua settima versione.

Per essere precisi, il nuovo sistema operativo non è stato ancora rilasciato per iPad ma esclusivamente per iPhone e iPod Touch, e noi di TechGenius non potevamo evitare di metterci su le mani. Iniziamo subito col dire che in redazione le opinioni sono davvero molto discordanti. C’è chi lo ama, e chi lo odia, e sembra infatti che per questo nuovo sistema operativo (perlomeno in questa prima beta), il pubblico sia davvero diviso in queste due fasce.

Personalmente ho girato il video che vi allego in calce nella nottata tra il 10 e l’11, quindi immediatamente dopo il rilascio e nel video non ho la pretesa di insegnarvi nulla, né tantomeno troverete qualcosa di ordinato. Ho girato infatti il video alle 02 di mattina ed ho voluto fare un video di questo genere proprio per lasciarvi vivere virtualmente il sistema operativo dopo la prima accensione. Questo perché? Perché, se finora eravamo abituati ad un sistema sempre uguale a se stesso con funzioni di anno in anno nuove, ma comunque con la stessa interfaccia grafica, con iOS 7, a mio parere Apple ha scelto coraggiosamente di metterci un po’ nei guai.

iOS 7 impressioni

Dico nei guai perché noi utenti iPhone abbiamo sempre professato la semplicità del nostro telefono, il fatto che una volta fuori dalla scatola (diciamo dal 3GS in poi) eravamo già pronti a toccare alla precisione ogni centimetro di quel display da 3,5″. Con iOS 7 non sarà così. Se verrà distribuito con un nuovo modello di iPhone (come è sempre accaduto tranne con iPhone 5), andando ad accendere quel dispositivo ci troveremo di fronte a qualcosa di diverso. Per carità, non sto affermando che iPhone abbia perso la sua semplicità d’utilizzo; tuttavia sono del parere che per la prima volta, dopo il vostro primo iPhone (se ne avete posseduto uno), vi troverete a combattere con l’abitudine di vedere determinate icone e di tappare in determinate parti quello schermo.

Certo, ciò non basterà a far urlare al miracolo, non si migliora un sistema operativo esclusivamente modificandone la grafica o la posizione del menu, tuttavia a mio parere, Apple sta tentando di uscire dal tunnel in cui si era chiusa essa stessa. Lo sta facendo anche con OSX: prima di Lion non si vedevano infatti release ogni anno e con i prezzi aggressivi che vediamo attualmente. Certo in iOS, per il momento non potremo ancora condividere una nostra foto nativamente con ogni applicazione presente nel telefono, ma, vivaddio, ora abbiamo i toggles (quei pulsantini per spegnere il Wi-Fi o il Bluetooth che vi invito a guardare nel video).

iOS 7 impressioni

I toggles, per fare un esempio a me caro, esistono fin da quando ho memoria di iPhone (erano disponibili prima tramite Installer, poi tramite Cydia), ma Apple non si era mai sognata di introdurli in iPhone: di certo non serviva un hardware come quello di iPhone 5 per integrarli nel sistema operativo (e vorrei pur vedere), eppure abbiamo atteso circa 6 anni per averli!

Le cose, quindi, stanno cambiando. L’anno scorso Facebook e Twitter integrati in iOS 6, quest’anno altre cose (inclusa un’interfaccia grafica radicalmente cambiata) impensabili fino a qualche tempo fa nei nostri iPhone. Apple, quindi, a mio modesto parere, sta scegliendo (con le dovute cautele, e con il solito braccino per cui è nota) di farci contenti, di introdurre funzioni che ci fanno respirare un’aria nuova: aria in cui il marciume non vuole e non deve trovare spazio, perché la concorrenza là fuori è quantomai agguerrita.

Voglio perciò concludere citandovi un tweet e un messaggio letti proprio ieri, che ho capito riassumono bene il mio pensiero.

Il primo è del giornalista e amico Federico Viticci, che ieri in inglese ha esclamato:

I don’t know. Maybe change is scary. Maybe we need time.

But boy those iOS 7 icons are weird.

Mi permetto di tradurre:

Non so. Forse i cambiamenti fanno paura. Forse abbiamo bisogno di tempo.

Ma ragazzi, quelle icone in iOS 7 sono strane.

Il secondo è un messaggio personale ricevuto dal caro amico @giacomomadeo che dopo avermi chiesto qualche screenshot del nuovo sistema operativo ha esclamato:

Non so! È di una bellezza strana questo iOS 7!

Appena ho letto entrambi i pensieri, ho capito che quelle sensazioni rappresentavano quello che stavo vivendo anch’io, quell’aggettivo che ricorreva in entrambi i messaggi infatti era quanto di più azzeccato si potesse trovare. Le icone, e per sineddoche, l’intero sistema operativo, infatti, non deve essere considerato bello o brutto (non per il momento, almeno), ma semplicemente strano, aggiungerei diverso.

Tutto il resto, beh tutto il resto sarà solo abitudine, e voglia (o meno) di accettare le novità.

Siamo stati così bravi, in fondo, con il nostro primo iPhone!

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS