USA: bambina prende fuoco da sola

92
0
CONDIVIDI

Vostra figlia si trova in ospedale per una ferita alla testa. Si trova a dipingere in una delle tante stanze dell’ospedale quando ad un tratto corre verso di voi avvolta dalle fiamme. Questo è successo ad una famiglia statunitense, più precisamente a Ireland Lane, una ragazzina americana di undici anni.

Nonostante le gravi ustioni riportate, la bambina non è in pericolo di vita. La polizia e i vigili del fuoco stanno ancora tentando di ricostruire il caso, ma non sono arrivati ad una conclusione certa. Si tratta di autocombustione, questo è certo, ma come è stato possibile dare vita ad una fiamma dal nulla? Sembra che l’autocombustione possa essere stata determinata dalla combinazione tra i disinfettanti usati per pulire la stanza e l’elettricità statica, cioè l’accumulo superficiale e localizzato di cariche elettriche su di un corpo composto da materiale isolante.

La piccola Ireland è comunque in buona compagnia. Negli ultimi tre secoli le cronache registrano almeno un’altra ventina di casi. Il primo risale al 1725 quando a Reims, in Francia, un locandiere fu prima incriminato e poi prosciolto dall’accusa di aver ucciso la moglie Nicole, nota alcolizzata, morta carbonizzata vicino al camino.

fonte | Yahoo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS