L’Europa avrà presto un’unica rete cellulare?

826
0
CONDIVIDI

Un’Unione Europea finalmente unita? Sì, almeno per quanto riguarda il mercato della telefonia mobile.

Deutsche Telekom, Telefonica, France Telecom e Telecom Italia (questi i quattro operatori telefonici) hanno incontrato privatamente, lo scorso 28 novembre, il Commissario Europeo alla Concorrenza Joaquin Almunia per discutere dello “stato dell’arte” nel settore della comunicazione mobile. Ne è venuto fuori un quadro desolante per gli operatori telefonici, costretti a fare i conti con 27 diverse legislazioni, differenti costi di gestione e di tariffe di utilizzo. Da qui l’idea di creare un’unica infrastruttura di rete in grado di creare economie di scala e vantaggi economici per tutti.

L’idea sarebbe di fondare una “newco” pan-europea che si occupi della creazione e della gestione di una rete mobile trans-nazionale da “sub-affittare” in seguito ai vari operatori telefonici nazionali. Le compagnie telefoniche, condividendo la stessa rete, potrebbero risparmiare un bel pò sui costi di gestione della rete. Risparmi che, teoricamente, dovrebbero poi arrivare anche agli utenti finali, con costi per chiamate, navigazione Internet e roaming più bassi rispetto agli attuali.

Se un progetto del genere dovesse mai andare in porto, l’Europa diventerebbe immediatamente molto simile alla Cina. Per lo meno per quanto riguarda il mercato della telefonia mobile. Nel Paese asiatico, infatti, il mercato è dominato da soli tre operatori e nel Vecchio Continente il panorama potrebbe essere ben presto molto simile. Le compagnie telefoniche interessate, però, hanno immediatamente smentito le voci. Solo pretattica?

fonte | 1newsaday

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS