Sostituire HD MacBook/Pro con SSD e configurarlo

23079
1
CONDIVIDI

Sicuramente voi utenti Mac, e non solo, avete almeno una volta pensato agli SSD, una “nuova” tecnologia di archiviazione che porta con se molti vantaggi rispetto ad un normale Hard Disk. Questi dischi allo stato solido offrono una velocità maggiore, e tante caratteristiche allettanti, ma purtroppo fino ad oggi i prezzi non sono molto bassi. Però nonostante ciò sono un ottimo affare. Oggi vi mostreremo come sostituire il vostro HD interno del vostro MacBook o MacBook Pro (la procedura è la stessa) con un SSD, e dopo di ciò vi faremo vedere anche come configurarlo.

Per prima cosa procuriamoci gli attrezzi necessari:

  • SSD (non c’è bisogno di dirvelo)
  • Giravite Philips #00
  • Giravite Torx T-6
  • PenDrive/DVD con OS X

Per prima cosa sgomberiamo la nostra scrivania, o comunque la base di appoggio, in modo tale da avere il più spazio possibile senza nulla che ci possa intralciare e magari con una buona luce. Poi, preferibilmente, stendete una pezza morbida dove appoggiare il Mac, naturalmente scollegato dalla corrente e da qualsiasi dispositivo. Ora iniziate a svitare le viti nella parte sottostante del Mac con il Philips #00 e togliete il coperchio.

Fatto ciò individuate l’HD e svitate il supporto laterale, che serve a tenerlo saldo al corpo del dispositivo. Per fare questa operazione utilizzate sempre il Philips #00.

Ricordatevi di posare le viti in un piccolo recipiente, per non perderle e per distinguerle da quelle precedentemente svitate. Ora sollevate l’HD con la linguetta presente e molto cautamente estraetelo dall’alloggio, quindi scollegate il connettore SATA.

Riposate il connettore SATA nell’alloggio e prendete il giravite Torx T-6. Con quest’ultimo svitate le viti laterali presenti nell’Hard Disk e avvitatele nell’SSD. Dopo collegate il connettore SATA all’SSD ed inserite quest’ultimo nell’alloggio. Dopo di ché rimontate il supporto laterale con il Philips #00.

Arrivati a questo punto avete in pratica finito il montaggio (dovete solamente richiudere il Mac) ma rimane la parte software della sostituzione, ovvero la configurazione. Per prima cosa collegate il MacBook alla corrente e avviatelo tenendo premuto Cmd+Alt+P+R, in modo tale da resettare la PRAM. Ora spegnete il computer, inserite la PenDrive o il DVD con OS X e avviate il Mac tenendo premuto Alt. Appena il display si accenderà vi comparirà una schermata dove dovrete selezionare la PenDrive/DVD da cui potrete accedere al programma di installazione.

Per prima cosa aprite dalla finestra che avrete Utility Disco ed inizializzate il nuovo SSD in formato “Mac OS Esteso Journaled”. Appena il processo sarà concluso chiudete Utility Disco e aprite “Reinstalla OS X”, da li in poi il tutto sarà molto semplice.

Appena avrete ultimato la procedura di installazione vi si avvierà OS X, ma prima dovete scaricare un software che vi permetterà di attivare il T.R.I.M, scaricatelo cliccando qui. Una volta scaricato aprite il file .dmg e aprite l’App all’interno. Qui avete una semplice schermata, selezionate “ON” e il gioco è fatto.

Ora avrete un MacBook o un MacBook Pro con prestazioni molto elevate e tempi di reazioni migliorati.

Se avete ancora qualche dubbio trovate qui di seguito la video-guida di tutta l’operazione e se avete qualche domanda commentate pure.

Scusate l’errore grafico al minuto 4:05, li è il momento del reset della PRAM (Cmd+Alt+P+R).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • domenico

    bel video, montato bene e davvero utile! ho una domanda da farti, che modello i macbook è? ha i tasti neri ed anche la forma è diversa…