iTunes Match: come convertire tutti i brani a 256 Kbps

1606
0
CONDIVIDI

Quando Steve Jobs annunciò iTunes Match tutti gridarono allo scandalo. Per soli 25€ all’anno è possibile sincronizzare sulla “nuvola Apple” i brani presenti su iTunes avendoli a disposizione nel formato AAC a 256 Kbps senza DRM, ovvero quello dei brani acquistati tramite iTunes Store.

In parole povere, si agevola il download di musica pirata attraverso la conversione automatica del brano in qualità da download premium. In effetti è proprio così, ma quando tutto il mondo scarica musica illegalmente è meglio andare a guadagnare 25€ all’anno dagli utenti sfruttando iTunes Match piuttosto che ricavarci zero.

In questo articolo vi mostriamo come convertire i brani presenti su iTunes nel formato ad alta qualità AAC a 256 Kbps senza DRM sfruttando iTunes Match.

1) Aprite iTunes>Archivio>Nuova playlist smart e aggiungete le seguenti condizioni:

  • Bit Rate è inferiore a 256kbps
  • Tipo di supporto è musica
  • Alcuni dei seguenti sono veri: (per creare questa condizione, premete il pulsante ALT e +)
  • Alcuni dei seguenti sono veri
  • Stato iCloud è abbinato
  • Stato iCloud è acquistato.

Dovreste trovarvi una schermata simile a questa qui sotto. Se si, date l’ok!

2) Vi troverete davanti una playlist di brani non a 256 kbps. Selezionateli tutti e eliminateli spostandoli nel cestino, facendo attenzione a non spuntare la voce “Elimina anche questo brano da iCloud”.

3) Ora create una seconda Playlist smart per cercare i brani da ri-scaricare tramite iTunes Match. In questo seconda Playlist inserite soltanto tre condizioni: Posizione è iCloud, Posizione non è su questo computer e Tipo di supporto è Musica. Se la scheda risulta essere identica a quella qui sotto date l’ok!

Selezionate ogni brano presente nella playlist che vi genererà tale scheda, tasto destro, download.

Così facendo i brani precedentemente cancellati saranno ri-scaricati tramite iTunes Match nel formato AAC a 256 kbps.

Ora se volete scaricare questi brani anche su iPhone e iPad seguite le istruzioni presenti in quest’altra nostra guida.

fonte | Spider-Mac

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS