Dell XPS 13: la recensione dell’ultrabook che sfida l’Air di Apple

2293
1
CONDIVIDI

Ben ritornati a tutti, dopo una lunga estate caldissima, ci ritroviamo oggi a parlare di un Ultrabook della Texana Dell, esempio vivido di come la collaborazione di ingegneri e designer contribuisca a creare un prodotto unico nonostante le rigide regole imposte dalla Intel in questa specifica categoria di computer, la peculiarità di questo prodotto è sicuramente l’insieme dei materiali pregiati impiegati nella sua realizzazione;  con ciò l’XPS 13 (XPS L321X) si discosta nettamente dai suoi avversari e allo stesso tempo riesce a differenziarsi nettamente con il modello Apple di riferimento.

Dimensioni, peso ed estetica

Iniziamo la nostra relazione parlando di quelle che sono probabilmente le caratteristiche di spicco di questo Ultrabook Dell: i materiali di costruzione.

La prima cosa che notiamo ovviamente è la cover di Alluminio satinato costruito in mono blocco, che protegge un pannello LCD da 13,3” racchiuso in uno chassis da appena 12”, il vero colpo di genio dei tecnici Dell che hanno così potuto ridurre sensibilmente le dimensioni del portatile senza tuttavia ridurre lo schermo.

Aperto l’XPS notiamo subito una tastiera molto solida con tasti ad isola e sistema soft touch, estremamente ergonomica, costruita in lega di magnesio con tasti ben distanziati e retroilluminati; contorniata da una sottilissima lama di alluminio che presente lungo i contorni del portatile contribuisce a dargli una forma tagliente solamente in parte smorzata dagli angoli smussati.

Infine il fondo realizzato in fibra di carbonio con posizionata al centro una piccola cornice in alluminio satinato riportante i loghi Intel,XPS e Windows 7 che funge da protezione per il codice dellostesso sistema operativo.

L’altezza del portatile è di 1,8cm nel punto più alto e di circa 6mm all’altezza del punto di appoggio dei polsi, le dimensioni invece sono 31,6 di larghezza per 20,5 di profondità,  il peso infine  non raggiunge gli 1,4 Kg (1,36kg per la precisione).

Caratteristiche Hardware

Il modello in nostro possesso il top della gamma, infatti si tratta di un processore Dual Core Sandy bridge  Intel  i72637 con frequenza di 1,70 Ghz, la Ram è di 4 Gbyte DDR3, un HD allo stato solido da 256 Gbyte di casa Samsung (mod.PM 830) che ha delle prestazioni molto elevate in qualsiasi condizione di lavoro viene posto non a caso si presenta nella sua categoria come uno dei migliori SSD. La scheda video è la consueta Intel HD 3000.

Sono presenti inoltre scheda di rete Wifi 802.11 b/g/n e Bluetooth 3.0.

Il pannello LCD è un LCD N34H6_133BGE prodotto da Chi Mei con diagonale da 13,3” in formato 16:9 con risoluzione massima di 1366 x 768 pixel, evoluzione di un pannello già molto usato in modelli simili ma con alcune migliorie come la Luminanza di 300 cd/m2. Lo schermo è protetto da un Vetro antigraffio tipico di dispositivi touch denominato Corning Gorilla Glass, esteticamente molto bello ma che vista la non eccessiva Luminanza del pannello  purtroppo in caso di eccessiva luminosità ambientale non aiuta con i suoi riflessi, inoltre l’angolo di visualizzazione non è eccezionale sia orizzontalmente che verticalmente, rendendo ardua la visualizzazione a più utenti contemporaneamente.

Completano le dotazioni Hardware una webcam certificata Skype da 1,3 Mp e un sistema audio Realtek ALC275 dotato di due altoparlanti da 1,5 watt sufficienti per qualsiasi impiego ma a dire il vero di non eccessiva qualità.

Connettività

Probabilmente questo è il limite più evidente di questo Ultrabook in quanto sono presenti:

Lato Sx

  • 1 Porta Usb 2.0 Power Charge
  • 1 Plug per alimentatore
  • 1 jack audio combo per una cuffia microfonata

Lato Dx

  • 1 miniDisplay port
  • 1 Usb 3.0

Su questo lato è inoltre presente un comodissimo sistema di visualizzazione carica residua della batteria a 5 led attivabile con la semplice pressione di un tasto.

Come potete notare manca totalmente un multicard reader e probabilmente una Usb in più sarebbe stata ben gradita

Touchpad

Pur annoverando una soluzione con i tasti integrati al di sotto del vetro satinato protettivo questo touchpad  in dotazione al XPS 13 realizzato dalla Cypress si rileva molto preciso, robusto e veloce; è inoltre dotato di sistema multitouch fino a 4 dita. 

Batteria

Il portatile è dotato di una eccellente batteria ai polimeri di litio a 6 celle con capacità di 47Wh che consente a questo splendido Ultrabook un’ invidiabile autonomia in qualsiasi circostanza, anche sotto stress questa batteria assolve il proprio compito in maniera egregia senza distaccarsi poi di tanto dalle tempistiche rilasciate dalla casa. Personalmente ho usato il portatile nell’arco di una intera giornata, simulando qualsiasi condizione d’uso, dalla visita su internet alla visualizzazione di filmati e non in ultimo alla scrittura di documenti al ritorno a casa la sera avevo ancora 2 pallini led accesi sul lato destro. Veramente notevole.

Questo portatile è dotato nella parte inferiore di una griglia di aerazione che nasconde una piccola ventola di raffreddamento necessaria visto le esigue dimensioni congrue alla dissipazione delle temperature, a dire il vero rispetto a modelli simili è molto più presente, senza mai tuttavia risultare fastidiosa.

Altre Info

All’arrivo a casa la prima cosa che colpisce è sicuramente la confezione di questo ultrabook, molto compatta, minimale di colore scuro con sulla parte anteriore ritratti due XPS aperti a formare una X che richiama il nome di questo modello, all’interno c’è veramente poco posto e non sono presenti nessun tipo di custodie o panni protettivi se non i classici veli antistatici, il caricabatterie è presente ma il cavo di alimentazione è custodito in un’altra piccola scatola. All’interno della confezione trovano poi posto un CD di driver e utility (vista l’assenza di lettori appropriati non sarebbe il caso di inserire il contenuto in una pen drive?) nonché una custodia in cartoncino nero contenente garanzia e documentazione varia.

Il Dell XPS 13 viene fornito con Windows 7 Home premium edition versione a 64 bit che nella configurazione da noi provata si avvia in meno di 22 secondi e si riavvia dallo stand-by in poco più di 6 secondi.

Test

Come di consueto nelle nostre recensioni sottoponiamo la macchina a nostra disposizione a due test che a nostro giudizio rivelano significativamente le performance della macchina sempre nell’ottica di confronti con prodotti simili.

La prima cosa che salta all’occhio è che rispetto ai suoi concorrenti questo Ultrabook è nettamente superiore nelle prestazioni molto probabilmente ciò è dovuto alle eccezionali prestazioni dell’SSD Samsung con cui il Dell è equipaggiato.

Per il comparto grafico i risultati sono nella norma come del resto ci si aspetta dall’ormai arcinoto sottosistema video Intel con cui questo Ultrabook e i suoi concorrenti sono dotati.


Prodotto: XPS 13
Produttore: Dell
Prezzo: il modello i7 da noi provato costa 1.249€ sul sito ufficiale Dell. Sono però disponibili altre configurazioni, come l’i5, venduto a 999€ con SSD da 128GB o a 1149€ con SSD da 256GB.
Giudizio: 8,5-9/10 – Prodotto sicuramente superiore alla media, innovativo nei materiali e nelle forme con una ottima autonomia e delle discrete prestazioni, che gli consentono di accaparrarsi la palma come miglior Ultrabook tra quelli da noi testati.
Dove Acquistare: sullo store ufficiale Dell


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • stevie

    e questo lo chiamano top di gamma? non ha multi card reader, ha 2 usb, ma una sola 3.0, un processore che fa ridere a confronto dei veri top di gamma e scheda video integrata… 1200 euro? con 600 euro si trovano pc infinitamente migliori sotto ogni punto di vista…