Samsung: nessun minorenne in fabbrica, ma pessime condizioni

487
0
CONDIVIDI

Samsung è stata accusata più volte lo scorso di commettere nelle proprie fabbriche cinesi varie infrazioni, l’accusa più pesante è staa quella di avere lavoratori minorenni. Ora, dopo un’ispezione, Samsung ha dichiarato che non c’era nessun minorenne, ma le condizioni erano pessime.

“Gli investigatori Samsung non ha identificato eventuali lavoratori minorenni durante l’ispezione alla HEG Electronics in Huizhou, ma abbiamo identificato i lavoratori sotto l’età di 18 sul sito. Questi lavoratori hanno poco più di 16 anni e sono gli studenti o stagisti, e la loro presenza è legale” Samsung ha scritto sul suo blog. “Audit identificato diverse istanze di gestione inadeguata e pratiche potenzialmente pericolose. Un sistema di multe per ritardi o assenze è stato trovato per essere in funzione. Le istanze di lavoro straordinario oltre le normative locali, o più di 9 ore a settimana, sono state identificate. Alcune misure di sicurezza e di salute erano inadeguati, ad esempio un errore per fornire l’accesso a una clinica medica.”

Quindi nessun minorenne irregolare, ma condizioni alquanto pericolose.

fonte | BGR

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS