Volition apprezza una Xbox 720 per dar fine al mercato dell’usato

505
0
CONDIVIDI

Una delle ultime notizie riguardante il successore dell’Xbox 360 parla di una console in grado di bloccare definitivamente il mercato dei videogiochi usati, tramite un sistema che avrebbe rilevato le copie precedentemente usate da altri utenti. Anche se questa notizia ancora non è ufficiale, anche perché Microsoft preferisce non commentare le voci riguardo Xbox 720 o Xbox Next che sia, lo sviluppatore Volition ammette che sarebbe entusiasta di una soluzione del genere, come spiega il design director Jameson Durall in un articolo pubblicato su #AltDevBlogADay.

Microsoft possiede già il sistema per farlo. Deve soltanto assegnare un codice specifico per ogni copia all’account Xbox LIVE dell’utente che acquista il gioco. Prestare il titolo certo sarebbe un problema, ma si potrebbe pensare a un qualcosa di simile ai Kindle Book di Amazon, dando modo ad esempio di trasferire per un determinato periodo di tempo la licenza del gioco a un’altra gamertag rendendola inutilizzabile sulla prima durante la fase di prestito.

Questa soluzione in alcuni punti è molto ingegnosa mentre in altri è sfavorevole perché è più che sicuro che il giocatore sarà negativo a questa drastica soluzione. Egli preferirà, come sappiamo, consegnare a mano la propria copia prestata all’amico invece di affidar lui la licenza per un determinato periodo di tempo. Insomma, immaginate di avere in casa un videogioco e di non poterlo utilizzare perché la licenza è in prestito a un’altra persona. James Durall comunque elogia il noleggio in generale.

Sono un grande fan delle società specializzate nel noleggio perché comprano il gioco in modo da affittarlo al consumatore e, se a questi dovesse piacere, c’è la possibilità che decida di acquistare poi la propria copia personale. Microsoft potrebbe quindi inserire un suo sistema di noleggio, dando un codice per un determinato numero di giorni utile all’attivazione temporanea del gioco al prezzo di una piccola somma.

Il problema maggiore resta dunque al giocatore che di certo non sarà favorevole alla fine del mercato dell’usato.

fonte | IoVideogioco

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS