iPhone pieghevole, quando arriverà sul mercato e perché riscriverà tanti record

55
0
CONDIVIDI

In base a quanto è stato messo in evidenza da parte di uno dei più rispettati e apprezzati conoscitori dell’universo Apple, tutti coloro che stanno attendendo con grande ansia il primo smartphone pieghevole. Ebbene, non servirà poi attendere ancora così tanto, dal momento che questo device della Casa di Cupertino dovrebbe arrivare sul mercato entro un biennio e, molto probabilmente, sarà davvero un grande successo.

I device della casa di Cupertino stanno certamente andando alla grandissima, ma sono più in generale gli smartphone ad aver completamente rivoluzionato il nostro modo di vivere e comunicare. Basti pensare al gioco online, con i casino online nuovi e facilmente accessibili da mobile, ma anche a tanti altri ambiti e settori che sono migliorati grazie al lancio di dispositivi mobili sempre più performanti e potenti.

Quando arriverà l’iPhone pieghevole?

Lo sbarco sul mercato del nuovo gioiellino della casa di Cupertino dovrebbe avvenire tra due anni, ovvero nel 2023. Insomma, ormai sembra proprio che non siano più solamente delle indiscrezioni, ma che ci siano delle informazioni concrete sul fatto che sarà davvero il primo smartphone di Apple dal display flessibile ad arrivare sul mercato.

Infatti, pare proprio che sia tutta una questione di pazienza. Ovvero, attendere che finalmente il marchio della mela morsicata lanci in commercio questo nuovo prodotto. A svelare questa novità è stato il portale MacRumors, anche se in realtà bisogna mettere in evidenza come l’indiscrezione provenga da uno dei maggiori esperti di casa Apple, le cui app si stanno allineando molto velocemente a nuova funzione privacy, ovvero l’analista specializzata Ming-Chi Kuo.

Stando a quanto è stato riferito da parte dell’esperto, infatti, esiste già una data di lancio del primo smartphone pieghevole di Apple, ma in realtà sarebbero già state ampiamente decise alcune delle principali caratteristiche tecniche che saranno proprie di tale device, di cui si discute ormai da un gran numero di anni.

Non solo, dal momento che l’analista specializzato Ming-Chi Kuo ha messo in evidenza anche tutta una serie di dettagli e dati che si riferiscono ai potenziali dati sulle future vendite del primo dispositivo Apple con schermo pieghevole, al punto tale da far pensare come si tratterà davvero di un successo impressionante, in grado di sbaragliare la concorrenza sul mercato.

Ecco le caratteristiche tecniche del futuro gioiellino di Apple secondo Kuo

In base alle previsioni e alle informazioni che sono state svelate da parte dell’analista, il primo iPhone dotato di schermo pieghevole potrà contare sulla presenza di un display pieghevole OLED, caratterizzato da una risoluzione QHD+ da addirittura 8 pollici. La produzione di questo particolare pannello, inoltre, avverrà in via del tutto esclusiva per la casa di Cupertino da parte di SDC. Invece, in riferimento ai DDI, la produzione finirà nelle mani totalmente della Samsung Foundry.

Non solo, dal momento che ci sarebbe integrata pure una particolare tecnologia touch silver nanowire. Il motivo di tale scelta risiederebbe nella buona mole di aspetti vantaggiosi di tale sistema in confronto alla tecnologia Y-Octa di SDC, con l’opportunità di realizzare dei display con un numero di pieghe maggiore, mantenendo comunque sempre un volume piuttosto limitato e ridotto.

In ogni caso, sono già tantissime le informazioni e di dati che sono stati svelati e che permettono di avere un’idea molto più precisa di questo nuovo dispositivo e di come possa apparire il primo iPhone con schermo pieghevole di Apple, che intanto è finita a processo per App Store, che, secondo quanto è stato riportato dall’analista Kuo, sarà un successo incredibile. Si prevede, insomma, un riscontro del pubblico eccezionale. Stando ai calcoli fatti dal ben noto esperto, Apple prevede di toccare una produzione pari a qualcosa come 15-20 milioni di device, rispettando quelle che sono le previsioni per quanto riguarda i dispositivi pieghevoli nel corso del prossimo biennio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS