Nelson, Neuhaus e Mukiele: gli ultimi gioielli dell’ infinita “fabbrica” Bundesliga

56
0
CONDIVIDI
Nelson Hoffenheim

Stiamo vivendo una della Bundesliga migliori di sempre. Un campionato finalmente non dominato dal Bayern Monaco e che sta regalando sorprese e record i gol ad ogni giornata. Quello che rimane sempre fedele e un solo conduttore con i campionati passati, è la grande quantità di giovani talenti europei e tedeschi che anche quest’anno sono esplosi in Germania. Li andremo a conoscere tutti quanti iniziando tra tre calciatori (uno per ruolo) che in 10 giornate hanno dimostrato di meritare le aspettative che ad inizio stagione si avevano su di loro.

NELSON – Reiss Nelson, attaccante classe 1999 dell’Hoffenheim, è arrivato in Bundesliga in prestito dall’Arsenal. Desiderio espresso del tecnico Nagelsmann, che lo seguiva nella U23 inglese, in piche giornate ha dimostrato di essere un attaccante moderno e letale sotto rete. Ci sono volute 3 giornate per fargli capire la Bundesliga, dopo di che Nelson ha cominciato a macinare chilometri e segnare gol. Non solo corre tanti chilometri ma lo fa con una velocità incredibile, ben 34 Km/h di media, + 5Km/h rispetto alla media tedesca. Gioca attaccante esterno o anche centrale, ruolo che gli sta costruendo alla perfezione Nagelsmann insegnandogli movimenti da centravanti moderno. Il tecnico biancoblù infatti stravede per lui ma anche Nelson non risparmia mai lodi al suo allenatore: “Se sono venuto in Bundesliga è stato solo per lavorare con Nagelsmann, tecnico di cui sentivo parlare già da anni”. A fine anno dovrebbe tornare all’Arsenal ma siamo sicuri che sarà un pezzo forte del mercato europeo. Magari, vista anche l’età, potrebbe anche seguire Naglesmann al Lipsia in estate.

Nelson, il nuovo wonder boy inglese – VIDEO 

 

NEUHAUS – L’ultima scoperta targata Max Eberl si chiama Florian Neuhaus. Il ds del Borussia Mönchengladbach lo ha presentato come il nuovo Daohud o Xhaka e non aveva torto. E’ arrivato in prima squadra dopo aver contribuito alla promozione del Fortuna Dusseldorf e fin dal precampionato il tecnico Hecking gli ha affidato le chiavi del centrocampo dei Fohlen mettendo in disparte addirittura un campione del mondo come Christoph Kramer. Il classe 1997 non ha deluso le attese giocando con la qualità del veterano e abbinando tanta tecnica ad una buonissima forza fisica. Al Borussia già sono pazzi di lui, anche perché non si risparmia mai in nessuna partita correndo 12,4 Km ogni gara, uno dei più alti dell’intera Bundesliga. Neuhaus non è solo un centrocampista moderno utile al Borussia ma ben presto potrà esserlo anche per la nazionale di Joachim Loew che cerca risorse nuove per dar vita a quel cambio generazionale che la selezione tedesca necessita.

Florian Neuhaus

MUKIELE – Al Lipsia quando si parla di talenti francesi abbiamo tutti da imparare. Da sempre il dg (e attuale tecnico) Rangnick pesca nella Ligue 1 i migliori giovani transalpini. L’ultimo colpo è stato Nordi Mukiele, terzino destro di immensa qualità che si è subito imposto in Bundesliga e agli occhi delle big d’Europa. Ha giocato 8 partite della 10 totali in Bundesliga e ogni volta che è sceso in campo il Lipsia non ha mai perso. A dimostrazione di quanto Rangnick punti su di lui, basta dire che dal suo piede partono 79 azioni in 90’di gioco. Praticamente un regista arretrato aggiunto sulla falsa riga di Marcelo o Jordi Alba, ovvero difensori che diventano ali (o attaccanti esterni) in fase di possesso palla e di attacco. Ad inizio stagione qualcuno aveva storto il naso per i 16 milioni di euro spesi per averlo dal Montpellier. Adesso per strapparlo al Lipsia ne servirebbero almeno il doppio. Ma Rangnick se lo tiene stretto e non vede l’ora di consegnarlo a Nagelsmann nella prossima stagione.

MUKIELE, la rivelazione – VIDEO 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS