Inghilterra – Germania, a voi il futuro: le gioventù dorate di due vivai mai così floridi

17
0
CONDIVIDI
DFB Germany

Se avessimo scritto questo articolo quindici anni fa, forse qualcuno avrebbe pensato che fossimo pazzi oppure visionari. Ma che lo si voglia o no, Inghilterra e Germania rappresentano al momento il futuro del calcio mondiale. Sono lontani infatti i tempi in cui si affrontavano due nazionali vecchie, logore e dotate solo di qualche flebile talento. Scordatevi quei match con palle lunghe e squadre allestite quasi obbligatoriamente con il 4-4-2, dove si assisteva più ad una guerra che ad una partita di calcio. Adesso quando si affrontano Inghilterra e Germania si assiste in un colpo solo ad estro, velocità, intensità e classe mondiale. Domani sera si affrontano a Wembley (esaurito per l’occasione) i due vivai più floridi degli ultimi anni. Una nazionale, quella di Loew, capace di vincere il Mondiale in Brasile, la Confederation Cup in Russia e persino l’Europeo Under 21, a dimostrazione che il ricambio generazionale è già ampiamente garantito.

inghilterra under 20
La nazionale inglese Under 20 Campione del Mondo.

Un’altra nazionale, quella di Southgate,  che per la prima volta dal 1966, è tornata a giocare e vincere una finale di un Mondiale, portando a casa due titoli come il Mondiale Under 20 e quello Under 17. Due affermazioni che completano un processo di svecchiamento iniziato già con la vecchia gestione di Hodgson, che senza pensarci troppo convocò in nazionale i giovanissimi Rose, Stones, Dier, Rashford, Lingard e i due fenomeni del Tottenham Alli e Kane. Da quel momento la Premier League, o soprattutto i vivai delle grandi di Inghilterra, hanno cominciato ad offrire calciatori sempre più forti, ancora “nascosti” nelle formazioni titolari dei top club ma ammirati all’opera nel torneo Under 20. Parliamo di Calvert-Lewin, Solanke, Lookman, Ojo e tanti altri. Calciatori ormai contesi a suon di milioni di sterline e che presto faranno parte anche del giro della nazionale maggiore di sua Maestà e che abbasseranno ancora di più l’età media di 25,2 anni. Con loro Southgate sta portando avanti un progetto fatto non solo di rinnovamento negli uomini ma anche di rinnovamento nel gioco, con i tre leoni che adesso offrono un gioco veloce e spumeggiante cercando sempre di comandare la partita. Il rinnovamento, quello vero, parte soprattutto dal gioco.

La finale del mondiale Under 20, Inghilterra – Venezuela | VIDEO

Germania – Dall’altro lato risponde una Germania che da più di quindici anni ha iniziato un’opera di rinnovamento che non sembra avere fine. La nazionale che vinse i Mondiali in Brasile aveva un’età media bassissima e infatti la maggior parte di loro li ritroveremo anche Russia con eccezione dei vari Klose, Podolski, Lahm e Mertesacker. A questi si sono sostituiti i “giovani vecchi” provenienti dalla Bundesliga, ovvero tutti quei calciatori nati tra il ’95 e il ’97 ma che a soli 21 anni vantano oltre 100 presenze nel massimo campionato tedesco. La generazione dorata dei vari Ozil, Reus, GotzeMuller, HummelsDraxler, Neuer e Kroos, è stata implementata e migliorata dagli arrivi di Goretzka, Kimmich, Brandt, Sule, Weigl, Sanè e Timo Werner. Quando parliamo di questi calciatori pensiamo ad un potenziale che sfiora i 300 milioni di euro di valutazione. Parliamo di calciatori ormai maturi e pronti per trascinare la Germania ad uno storico bis mondiale. E dopo di loro? Il rinnovamento come detto in precedenza sembra non avere fine. Perchè se l’Inghilterra in un colpo solo ha vinto due Mondiali in due categorie diverse, la Germania non è stata da meno vincendo l’Europeo Under 21 (a cui è arrivata vincendo 10 partite su 10) e il Mondiale Under 19.

Finale di Confederation Cup 2017 – VIDEO 

Premier League e Bundesliga hanno dimostrato come il lavoro e la programmazione siano essenziali in una terra che non produce “spontaneamente” talenti come possono essere Brasile o Argentina. Ma il lavoro può dare risultati a volte anche migliori della fortuna. E Inghilterra e Germania vogliono prendersi il futuro del calcio mondiale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS