Terremoto Bayern Monaco, esonerato Carlo Ancelotti!

38
0
CONDIVIDI
Ancelotti

L’impensabile è accaduto. Colpa di una serata disgraziata al Parco dei Principi di Parigi e di una stagione cominciata tra mille dubbi e perplessità.

Il Bayern Monaco ha esonerato Carlo Ancelotti, in carica dalla scorsa stagione vincitore dell’ultima Bundesliga. La dirigenza bavarese non ha gradito la sconfitta 3-0 subita contro il PSG, dove la squadra è apparsa smembrata, sfiduciata e mai in partita. Oltre all’amara serata di Champions League, Ancelotti paga il rapporto ormai deteriorato con i senatori dello spogliatoio, da Ribery a Müller, pasando per Robben e Lewandowski. Chi più e chi meno infatti, hanno ribadito spesso la loro contrarietà alle scelte del tecnico italiano, sia per quanto riguarda il modulo che per quanto riguarda l’assetto di squadra. Lo hanno fatto in pubblico, senza scorciatoie, alimentando così un terremoto in casa dei Campioni di Germania. La dirigenza non ha dato più alibi ad Ancelotti, vista anche la sontuosa campagna acquisti estiva con il Bayern che ha speso oltre 100 milioni di euro per gli arrivi di Sule, Rudy, Rodriguez e Tolisso.

Lewandowski lo aveva criticato apertamente dopo la sconfitta contro l’Hoffenheim, Ribery aveva manifestato il suo disappunto per qualche panchina di troppo e Thomas Müller era diventato un caso nazionale, vista l’importanza che ricopre nel paese l’attaccante tedesco che fin dallo scorso anno è stato relegato a ruolo di seconda linea. Ancelotti ha vinto una Bundesliga, due super coppe di Germania ed è stato eliminato ai quarti di finale lo scorso anno in Champions League dopo una gara ricca di polemiche e attriti.

Rummenigge e il Presidente Hoeness hanno così deciso di sollevare l’ex Real Madrid dal suo incarico, affidando la squadra al secondo Will Sagnol. Ancora non si sa se la scelta sarà definitiva o transitoria. L’ultima volta che il Bayern esonerò un tecnico era il 2011, quando Jonker prese il posto di Louis Van Gaal.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS