Alleviare le punture di zanzara: sei consigli per un’estate meno pruriginosa

79
0
CONDIVIDI
Zanzara

Le punture di zanzara e l’estate sono un binomio quasi inscindibile. Da quando poi alle nostre latitudini è sbarca l’Aedes Albopictus, volgarmente detta Zanzara Tigre, la battaglia è diventata ancora più dura. Nel caso questa notte l’abbiate persa ecco alcuni consigli per alleviare il prurito derivante dalle punture di zanzara.

  • Ammoniaca: come nel caso delle punture di vespe o api, l’ammoniaca ha un forte effetto anestetizzante. Non è un caso che sia uno degli ingredienti principali di molti dei prodotti in commercio che hanno questa finalità.
  • Bicarbonato: nel caso a essere stati punti siano dei bambini il rimedio adatto è il bicarbonato. Mixato con un poco di acqua potete ottenere una pasta con cui spalmare la puntura di zanzara.
  • Succo di limone: anche il succo dell’agrume per eccellenza può essere utilizzato per calmare il prurito.
  • Aloe vera: pianta dalle molteplici proprietà, può essere applicata sulla bolla provocata dalla zanzara. L’effetto lenitivo è garantito.
  • Miele: il frutto del lavoro delle api non solo lenisce il prurito, ma previene anche le infezioni.
  • Aspirina: ultimo rimedio è quello di sbriciolare una pasticca di aspirina e con un poco di acqua, creare una pasta e applicarla sulla puntura.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS