Bundesliga, in tre per evitare lo spareggio retrocessione: chi rischia di più?

196
0
CONDIVIDI
Bundesliga

Siamo arrivati all’ultimo giornata di Bundesliga, l’epilogo più atteso per tanti tifosi e appassionati. Molti discorsi sono già chiusi, visto che il Bayern ha vinto il suo quanti titolo consecutivo e il RB Lipsia è già sicuro di giocare la prossima Champions League direttamente dalla fase a gironi. Anche in coda sono matematiche le retrocessioni di Darmstadt e Ingolstadt, squadre che si sono battute sino all’ultimo con grande orgoglio ma che purtroppo ha giocato una prima parte di stagione davvero negativa accumulando troppi punti di distacco dal resto del gruppo. Fossero arrivati prima i due neo tecnici Frings e Walpurgis, sicuramente avremmo assistito ad un epilogo completamente diverso.

L’ultima giornata è però tutta da seguire per confermare almeno altri tre verdetti. Chi arriverà terzo tra Hoffenheim e Borussia Dortmund, al momento appaiate in classifica?  Chi giocherà la prossima Europa League tra Hertha Berlino, Friburgo e Colonia? E soprattutto, chi dovrà giocare lo spareggio retrocessione tra Mainz, Wolfsburg, Augsburg e Amburgo?

Si salvi chi può – Lo diciamo subito, saranno 90′ non adatti ai deboli di cuore. Chi rischia meno e praticamente è già salvo è il Mainz, che grazie al 4-2 rifilato nel derby al Francoforte, può dormire sonni relativamente tranquilli. I biancorossi di Schmidt sono a quota 37 punti ma hanno una differenza reti di -9 con il Wolfsburg e -17 con l’Amburgo. Considerando lo scontro diretto tra quest’ultime, il Mainz dovrebbe perdere con una differenza reti di 10 gol per arrivare 16°. Praticamente quasi impossibile.

Rischiano invece, e tanto,  Amburgo e Wolfsburg, attese da uno scontro diretto che solo un bravo regista di film thriller poteva immaginare all’ultima giornata. L’Amburgo deve recuperare 2 punti ai Lupi di Jonker (sono a 35 punti), per questo dovrà solamente vincere per evitare lo spareggio. Qualsiasi risultato diverso dalla vittoria costringerà i tifosi alla terza Relegation negli ultimi quattro anni. Un vero e proprio calvario, considerando che la sfida sarà contro l’Eintracht Braunshweig (andata il 25 e ritorno il 29 maggio), squadra complicata e attrezzata per far male anche ad una compagine di livello superiore. Al Wolfsburg basta invece anche un pareggio, un punto che significherebbe salvezza aritmetica. Diversamente si aprono altri scenari, Altra partita delicata spetta all’Augsburg (37 punti), impegnata sul difficile campo dell’Hoffenheim che deve vincere per continuare a sperare nel terzo posto. I bavaresi devono tifare Wolfsburg, perchè se i lupi vincono al Volksparkstadion, i ragazzi di Daum possono anche perdere la loro partita ma brindare ugualmente alla salvezza. Discorso identico per il pari ma completamente diverso in caso di successo dell’Amburgo. Se gli uomini di Gisdol vincono la loro partita, andando a 38 punti, l’Augsburg senza vittoria se la vedrebbe per differenza reti con il Wolfsburg, una diffrenza reti che al momento è solo di 1 gol.

All’andata finì 1-0 firmato Mario Gomez | Wolfsburg – HSV – VIDEO 

I bavaresi per questo non solo dovranno fare almeno un punto ma anche e soprattutto un gol per essere tranquilli di giocare la prossima stagione in Bundesliga.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS