Bundesliga, si parte col calciomercato: tutti gli obiettivi del Bayern, è tempo di spese folli

515
0
CONDIVIDI
Ancelotti - Rummenigge

Adesso è il momento di cambiare rotta. Anche la “parsimoniosa” Bundesliga, si prepara ad un’estate piena di colpi di mercato, l’unico modo per recuperare le posizioni perse in Europa. Erano almeno 8 anni infatti, che nessuna quadra tedesca restava fuori dalle semifinali di Champions ed Europa League. Un piccolo passo indietro rispetto al passato, che ha fatto gridare all’allarme soprattutto negli ambienti del Bayern Monaco, da sempre la squadra trainante di tutto il mondo calcistico tedesco.

Sanchez
Alexis Sanchez è l’obiettivo dichiarato del Bayern per rinforzare l’attacco

Rivoluzione Bayern – Come già ampiamente anticipato nelle scorse settimane, il Bayern vuole tornare a dominare in Europa e vuole farlo subito, senza attendere la maturazione dei giovani del suo “nuovo” vivaio, come richiesto dal Presidente Uli Hoeness. Giovani si, ma mescolati intelligentemente con grandi campioni. Il Real Madrid in questo, sta facendo scuola a tutta Europa. Sono già stati acquistati dall’Hoffenheim il giovane difensore Süle e il jolly Rudy, calciatori di qualità ma non ancora in grado di fare la differenza. Prima di tutto bisogna dare una svolta in attacco, dove il Bayern non può prescindere dal solo Lewandowski. Per la sostituzione del polacco si pensa ad un attaccante esperto ma che accetti di buon grado la panchina. La soluzione Sandro Wagner  è per questo una pista molto calda, con l’attaccante dell’Hoffenheim che tornerebbe volentieri in Baviera dopo tanti anni.

Rodriguez
James Rodriguez rappresenta il sogno. Con lui il Bayern avrebbe quel fantasista che manca da anni.

Centrocampo – I colpi più importanti sono previsti sulla trequarti. Carlo Ancelotti ama giocare con il suo modulo da “albero di Natale”, per questo preferisce avere due sterni dietro alla punta che sappiano non solo correre ma soprattutto creare gioco ed inserirsi in zona gol. Il sogno in questo ruolo si chiama Alexis Sanchez, attaccante cileno dell’Arsenal che potrebbe arrivare per 40 milioni di euro. Sanchez vuole lasciare i Gunners e lo stesso club londinese vuole cederlo all’estero per non rinforzare la dirette rivali. Dopo le esperienze in Italia, Spagna e Inghilterra, per Sanchez resta solo la Bundesliga per chiudere il cerchio. Oltre a lui si segue anche James Rodriguez del Real Madrid, trequartista di grande qualità capace di giocare anche in appoggio alla prima punta. Per lui il Real Madrid non scende sotto i 50 milioni di euro, però il Bayern potrebbe inserire anche delle contropartite tecniche come Coman (riscattato per 20 milioni due settimane fa dalla Juventus) o Douglas Costa, esterni che si adatterebbero bene al 4-3-3 di Zidane. Se il colombiano dovesse risultare un obiettivo troppo grande da raggiungere, allora è pronta l’alternativa Julian Brandt del Leverkusen, già promesso sposo del Bayern la scorsa estate e che si può liberare grazie ad una clausola rescissoria di 12 milioni di euro.

Verratti
Marco Verratti per sostituire Xabi Alonso. Con lui il Bayern sarebbe apposto per 10 anni.

Questi potrebbero essere gli acquisti più costosi del calciomercato bavarese, desideroso di colmare il gap con le big europee e costretto ad un ricambio generazionale per via della sua età media molto alta, ormai sopra i 30 anni. Fenomeni come Ribery e Robben, si avviano sul viale del tramonto e per la loro importanza nel gioco del Bayern hanno bisogno di sostituiti di qualità. A centrocampo poi, dopo gli addii di Alonso e Lahm, c’è bisogno sia di un rinforzo giovane ed “esperto” di Bundesliga che di un super colpo. Il sogno è quello di Marco Verratti del Paris Saint Germain. Sul centrale pescarese ci sono almeno 2/3 club europei (Barcellona su tutti) ma Ancelotti può fare leva sulla sua amicizia col giocatore. L’italiano sarebbe un altro colpo da oltre 40 milioni di euro, per questo verrebbe sacrificato uno degli altri due super colpi in attacco. Per quanto riguarda il giovane, il nome più caldo è quello di Leon Goretzka, centrocampista dello Schalke 04 e della nazionale tedesca. Lui, insieme a Kimmich, Vidal, Thiago Alcantara, Rudy e Renato Sanches, formerà la mediana del Bayern del prossimo anno. In difesa le cose vanno molto meglio, perchè oltre all’arrivo di Süle tornerà dal prestito allo Schalke anche Holger Badstuber. Con loro ci sono i “veterani” Boateng, Martinez, Rafinhan, Alaba e Hummels. Come esterno, se Rudy dovesse essere utilizzato a centrocampo, ecco spuntare l’ipotesi Andrea Conti dell’Atalanta. Il giocatore potrebbe arrivare con 10 milioni di euro e sarebbe un ottimo colpo come rapporto qualità/prezzo. Ancelotti lo segue da tempo e lo vede un giocatore ideale per la Bundesliga.

Conti
Andrea Conti dell’Atalanta. Sarebbe un altro italiano al Bayern dopo Luca Toni.

Giovani – Un obiettivo prioritario del club bavarese è quello di tornare a “fabbricare” giovani. L’ultimo campioncino uscito dalle giovanili di Sabener Strasse è David Alaba, che esordì in prima squadra nel 2009. Da quel momento, il Bayern ha sempre avuto comprare giovani stelle tedesche da altri club, un fatto che non è andato giù soprattutto al Presidente Hoeness. Dall’Hertha Berlino potrebbe tornare l’estremo Weiser, partito per la capitale due anni fa e capace di giocare due campionati di altissimi livello. Lui è di scuola Bayern e potrebbe sostituire Philippe Lahm. Un altro giovane in prestito è Gianluca Gaudino, che tornerà in Germania dopo l’esperienza in Svizzera al San Gallo. Il centrocampista, 20 anni, aveva ben impressionato con Guardiola e potrebbe fare comodo anche a Carlo Ancelotti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS