ATTACCO AL BUS – Si valutano tre piste, Watzke:” Non facciamoci spaventare dal terrore”

41
0
CONDIVIDI
BVB

Il giorno dopo l’attacco al bus del Borussia Dortmund, il mondo si interroga sul significato di tale attentato. Fortunatamente le tre bombe esplose (nascoste in una siepe vicino al passaggio del bus) hanno procurato solo un lieve ferito, il difensore spagnolo Marc Bartra, operato nella notte alla mano destra per estrarre dei vetri.

Bundesliga
La solarità a Bartra da parte di tutta la Bundesliga

La Polizia tedesca ha iniziato indagini a 360° ma segue principalmente tre piste, una islamica e due politiche. Vicino al luogo dell’attentato è stata infatti trovata una lettera scritta in arabo, elemento che ha fatto inizialmente deviare le indagini verso quella direzione. La Polizia è però scettica riguarda alla pista dell’Isis, visto che l’attentato sembrava più intento a spaventare che a uccidere.

“Stasera non giocheremo per noi ma per tutti quanti, per tutto il mondo del calcio”

Una pista molto calda è invece quella dell’estremismo politico. Una porta all’estrema sinistra, l’altra all’estrema destra. Quella di estrema sinistra (ripresa da alcuni post apparsi su Facebook martedì’ mattina) parte dal fatto che la società viene accusata di non muoversi a dovere contro un gruppo Ultras del Borussia Dortmund, da sempre vicinissimo a idee di estrema destra. L’altra, al contrario, accusa la società di essere troppo vicina a cause contro il nazismo e il fascismo e per questo l’attentato è visto come una sorta di avvertimento a non manifestare più il proprio dissenso verso che queste forme estreme di politica. Al momento si brancola nel buio ma la Polizia della Westfalia ha dichiarato che venerdì 14 aprile ci sarà una conferenza stampa per fare chiarezza sull’accaduto.

Bayern
La solidarietà del Bayern Monaco

SOLIDARIETA’ – Si moltiplicano intanto i gesti di solidarietà. Ieri sera i tifosi del Borussia Dortmund hanno ospitato tanti dei 4000 tifosi del Monaco arrivati in città per seguire la squadra. In più il Monaco ha dichiarato che rimborserà fino ad 80 euro, tutti coloro hanno pagato un albergo per restare in città. Anche la compagnia Turkish Airlines (spinsor del Borussia) ha fatto sapere che metterà a disposizione biglietti gratuiti per far tornare in Francia i tifosi del Monaco.

Wolfsburg
La solidarietà del Wolfsburg

Appello di Watzke – Intanto il CEO del Borussia, Hans Joachim Watzke, ieri sera intorno alle 22 ha incontrato la squadra in albergo: “Erano tutti molto scioccati”ha dichiarato Watzke“abbiamo parlato a lungo di quello che era accaduto e ci siamo stretti intorno a Bartra, che speriamo recuperi presto”. Watzke ha poi esortato tutti quanti ad unirsi per non farsi spaventare da quanto accaduto: “Stasera non giocheremo per noi ma per tutti quanti, per tutto il mondo del calcio. Non dobbiamo farci spaventare dal terrore”. Oggi alle 14 la squadra si riunirà ancora una volta prima di andare allo stadio e cercherà di trovare la concentrazione prima della partita. Anche il capitano giallonero, Schmelzer, ha chiamato a raccolta i suoi compagni: “Stasera giocheremo tutti per Marc, speriamo si riprenda subito. Siamo ancora scioccati ma dobbiamo guardare avanti”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS