Il rullo Lipsia infligge il primo ko all’Hoffenheim, il Bayern passa con fatica a Brema

44
0
CONDIVIDI
Lipsia Sabitzer

La prima giornata del girone di ritorno in Bundesliga, regala sorprese a non finire. Già nell’anticipo del venerdì, l’Eintracht Francoforte ha battuto a domicilio lo Schalke 04 tornando al terzo posto in classifica e vanificando (forse per sempre) i sogni di gloria dei Knappen per questa stagione.

Hanno faticato non poco anche le due battistrada Bayern Monaco e Lipsia, entrambe vittoriose ma con tanta sofferenza. I campioni di Germania hanno vinto 2-1 a Brema una gara difficilissima, contro un Werder che forse avrebbe meritato anche il pareggio. Non è bastata alla banda di Ancelotti un primo tempo sontuoso e giocato a ritmi altissimi, per riuscire ad addormentare una gara che nella ripresa un gran gol di Max Kruse ha ripreso con merito. Per il capitolo “bel gioco”, tanto auspicato dal tecnico italiano, bisognerà attendere ancora la prossima gara. Importante aver rivisto all’opera la coppia Ribéry-Robben, con il francese apparso in grandissima forma e capace di confezionare un assist per l’amico Robben dopo quasi due anni (l’ultimo il 27 febbraio 2015).

Altra vittoria con il fiatone quella del Lipsia di Hasenhuttl, un successo comunque meraviglioso e soprattutto importantissimo ai fini della classifica. Come promesso dagli stessi protagonisti, la neopromossa resta agganciata al Bayern superando anche la prova di maturità rappresentata dal doppio impegno contro le sorprese Francoforte e Hoffenheim. Il gol n°12 di Werner e l’acuto di Sabitzer, hanno inflitto all’undici di Nagelsmann la prima sconfitta in campionato della stagione, con i biancoblù che adesso rischiano di perdere anche il quarto posto. Sotto gli occhi del CT Loew, il Lipsia ha offerto un’altra prestazione di categoria superiore approfittando anche dell’espulsione di Wagner che ha lasciato i biancoblù ospiti in dieci nel finale di gara. Al momento il Lipsia si è portata + 12 dal quinto posto. Il sogno Champions è sempre più reale.

Torna di prepotenza a reclamare un ruolo in Europa anche il Colonia, che rifila ben 6 reti (erano 27 anni che non vinceva con questo scarto) ad un Darmstadt ormai quasi retrocesso. Protagonisti il giapponese Osako (2 gol e 1 assist) e Leonardo Bittencourt (3 assist). Caduta rovinosa invece quella dell’Amburgo, che a Ingolstadt perde la partita e anche la faccia. I ragazzi di Gisdol vengono surclassata dai padroni di casa di Walpurgis, bravi a segnare 3 reti già nel primo tempo che consentono ai rossoneri di scavalcare in classifica propio l’Amburgo portandosi al terzultimo posto. Il mercato (è arrivato Walace)può e deve aiutare un Amburgo che sembra sempre più in crisi.

Un’altra grande in crisi nera è il Wolfsburg, incapace di infilare la seconda vittoria consecutiva in casa. Trova ancora la rete Mario Gomez ma poi l’Augsburg di Baum ha la forza di pareggiare con Altintop e poi di ribaltare il risultato con Kohr. I Lupi vengono scavalcati dai bavaresi e sono sempre più lontani dall’Europa. Vale ancora continuare con Ismael?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS