Google banna 200 ads malevoli da Adsense

81
0
CONDIVIDI

Era ora, diranno molti! Finalmente Google ha deciso di dare un taglio alle pubblicità malevoli o fuorvianti su Adsense, la sua piattaforma per i banner pubblicitari, togliendo 200 editori di banner malevoli.

Non solo sono stati eliminati i creatori di pubblicità ingannevoli, ma anche siti con nomi ingannevoli che portavano gli utenti a cliccare sui banner in quanto riprendevano in maniera leggermente modificata il nome di veri siti di notizie, italiani e non: tutto questo grazie all’ultima stretta alle policy che Google ha dato contro anche le bufale e siti ingannevoli, applicata ora ad Adsense.

Google non ha fornito la lista dei siti banditi, ma nel report annuale ha fornito i dati aggregati per il 2016: nel 2016 ha eliminato 1,7 miliardi di annunci per violazioni alle policy, numero maggiore del doppio di quanto fatto nel 2015, che era 780 milioni.

Sempre sul fronte degli ads ingannevoli, Vodafone ha lasciato un post dal titolo inequivocabile “Vodafone non pianifica pubblicità su siti fake” dove annuncia di aver cancellato i propri banner da centomila siti falsi, vale a dire con nomi ingannevoli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS