Lewandowski abbatte il muro Friburgo, il Bayern vince e vola subito a +6

102
0
CONDIVIDI
Lewandowski

Il Bayern Monaco c’è. Anche nel 2017, i bavaresi riprendono la loro storia con il successo sbancando Friburgo grazie alla doppietta di Robert Lewandowski, bravo nell’acciuffare i tre punti con un gol capolavoro al 91′ . E se c’è qualcuno che ha iniziato l’anno nel migliore dei modi, è proprio l’attaccante polacco. Con i due gol realizzati allo Schwarwald Stadion, il numero 9 biancorosso è entrato nella leggenda del club bavarese segnando la sua rete n°61 in 80 partite con la maglia del Bayern. Un’altra leggenda come Gerd Muller, impiegò 93 partite. In totale in Bundesliga, le reti sono 134. Impossibile non applaudire la classe di un centravanti come pochi nella storia.

Nonostante un campo ai limiti della praticabilità e con la temperatura scesa addirittura a -7 prima della gara, Lewandowski ha confermato la sua striscia vincente contro il Friburgo, squadra a cui ha segnato ben 12 gol in 10 incontri disputati. Una striscia vincente che ha permesso ad un Bayern ancora poco brillante e affaticato, di superare il solito Friburgo roccioso e messo bene in campo da Streich, capace di andare in vantaggio con Haberer e di resistere senza affanni ai timidi attacchi del Bayern.

La differenza l’ha fatta proprio la maggiore qualità del Bayern, che senza un gioco avvolgente e propositivo, ha fatto valere anche la sua esperienza con un’età media di 29,7 anni. Era dal 2011 che il Bayern non scenda in campo con una squadra così “vecchia”. Così è arrivata la doppietta di Lewandowski, dopo che lo stesso attaccante polacco prima e Robben poi, avevano sfiorato la rete nelle poche occasioni nitide create. Il Friburgo esce naturalmente a testa alta, accarezzando un pareggio che certamente avrebbe meritato. Per Ancelotti resta la gioia della felicità ma ancora qualche situazione spinosa da risolvere, così come i ritardi di condizione di Vidal, Alaba e Costa, apparsi ancora al 50% della loro condizione.

Con questo successo il Bayern vola momentaneamente a +6 sul Lipsia, mettendo subito pressione alla compagine di Hasenhuttl. Anche nel nuovo anno, il Bayern non entusiasma ma si dimostra sempre tostissimo e con la giusta fame di vittoria. Spodestarlo dal trono, sarà sempre più dura.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS